Pagelle Juventus: 3 reti al Bologna e secondo posto in classifica

LE PAGELLE / Bologna – Juventus 0 – 3: Pjanic, wow! E Douglas Costa è un turbo


Pagelle Juventus: strepitosi Pjanic e Mandzukic, lampi di Douglas Costa – Bella, bellissima prova della Juventus su un campo non facile come quello del Bologna. I bianconeri si impongono per 0-3 al termine di una gara mai in discussione: a segno Pjanic, Mandzukic e Matuidi. Con questi tre punti la formazione di Allegri scavalca l’Inter e si porta al secondo posto, ad una sola lunghezza dal Napoli capolista.

PAGELLE JUVENTUS: MERAVIGLIA PJANIC, SOLIDO MANDZUKIC

Szczesny, 6: Il portiere polacco gioca la terza gara di fila da titolare e, questa volta, non è particolarmente impegnato dall’attacco avversario. Si distende bene sul destro di Donsah, si muove alla grande nei rinvii di piede, ma nel complesso si tratta di un pomeriggio alquanto tranquillo.

De Sciglio, 6.5: È in fiducia e si vede. Il terzino ex Milan dimostra di aver ritrovato una componente fondamentale e troppo spesso sottovalutata nel gioco del calcio: la serenità a livello psicologico. Prova la giocata, spinge, è sicuro nelle chiusure. Bella sorpresa di stagione.

Benatia, 6.5: Si tratta del momento migliore dell’avventura bianconera del centrale marocchino. Medhi non sbaglia un anticipo, dando ragione – una volta in più – alle belle parole spese da Barzagli nei suoi confronti.

Barzagli, 6.5: Solita prova solida del numero 15, oggi anche capitano per via delle assenze di Buffon e Chiellini. Meno impegnato del compagno di reparto, ma sempre pulito e puntuale.

Alex Sandro, 6.5: Toh, chi si rivede! Grande risposta del treno brasiliano alle parole di Allegri in conferenza, che si era detto convinto e fiducioso della sua crescita. Corre, crossa, scambia nello stretto con Mandzukic e sbaglia pochissimo: bentornato Alex.

Khedira, 6: Forse il meno positivo del pomeriggio trionfale dei bianconeri. Sami sembra ancora in ritardo di condizione, limitandosi al compitino e inserendosi pochissimo in area avversaria.

Pjanic, 7.5: Una delizia per gli occhi. Sbaglia qualche appoggio in avvio e ti dici: “Oggi non c’è“. Poi, però, toglie le ragnatele dall’incrocio con una punizione che può tirare solo lui. E il lancio per Mandzukic è da giocatore di categoria superiore.

(dall’86’ Marchisio, sv: Qualche minuto anche per il Principino, voglioso di rientrare a pieno regime negli schemi di Allegri.)

Matuidi, 7.5: Sontuoso, ancora una volta. Il miglior acquisto dell’estate bianconera per concretezza ed efficacia: se poi si mette anche a segnare… Chapeau, Blaise!

Douglas Costa, 7: Quando parte non lo prendi più. I suoi “controlli orientati” son giocate d’alta scuola, i suoi strappi sono da mal di testa per i difensori avversari. Un po’ meno preciso nell’ultimo passaggio, ma crescerà.

(dal 70′ Bernardeschi, 6: Sembrava fosse la volta buona per vederlo titolare, ma ha perso il ballottaggio con un indiavolato Douglas Costa. Una ventina di minuti di rodaggio, senza particolari acuti.)

Higuain, 6: Grande prova a livello fisico del Pipita, che, però, si dimostra poco cattivo in zona gol. Allegri gli chiede di attaccare di più e meglio il primo palo, ma l’unica vera occasione che gli capita è sventata da Mirante. Stupendo, nel finale, il tacco al volo per lanciare in porta Dybala.

Mandzukic, 7,5: Il croato è l’uomo in più dell’attacco bianconero. La sua mole fisica non gli impedisce di essere pulito nelle giocate tecniche, sempre tanto care ad Allegri. Il gol è bellissimo, la prestazione maiuscola: esce solo per un taglio al polpaccio, ma controvoglia…

(dal 76′ Dybala, 6.5: Stavolta entra con un piglio diverso rispetto a sabato scorso. Va vicino alla rete con un gran sinistro deviato in angolo da Mirante, ma è nella tecnica nel breve che sembra essere un passo avanti.)

Allegri, 7: Partita preparata alla grande e messa in pratica anche meglio. Premiata la scelta Douglas Costa, giusto anche puntare sulla voglia di riscatto di Alex Sandro. E ora, Max, la Roma: il primo posto dista un solo punto.

ULTIME NOTIZIE