Primavera, la Juve ferma la capolista Inter sul pareggio

Primavera, la Juve ferma la capolista Inter sul pareggio


L’eliminazione ai calci di rigore in coppa Italia contro il Torino brucia ancora, ma non c’è tempo per pensarci perché, per fortuna, si scende nuovamente in campo. E la partita non è una qualunque: la Juventus va in trasferta contro la capolista Inter.

LA FORMAZIONE

3-5-2 con qualche avvicendamento per Alessandro Dal Canto. Davanti a Loria, trio di difesa composto da Delli Carri, Vogliacco e Zanandrea. Sulla fascia destra torna Meneghini, Tripaldelli largo a sinistra; davanti alla difesa agisce Caligara con Di Pardo e Nicolussi Caviglia interni di centrocampo. Coppia d’attacco formata da Pjaca (alla terza consecutiva in campionato con la Primavera) e Olivieri.

PRIMO TEMPO

Pronti, via e Marko Pjaca mette subito in mostra le sue qualità: dribbling secco e conclusione verso la porta bloccata in due tempi dall’estremodifensore nerazzurro. Molto equilibrio tra le due squadre nel corso della prima frazione: difese ben organizzate e occasioni da rete che latitano. Al 26° va vicinissima al vantaggio l’Inter con Lombardoni che di testa sfiora il palo alla destra di Loria. Alla mezz’ora ancora pericolosa l’Inter con Schirò che conclude sull’esterno della rete. Prima della fine del tempo c’è spazio anche per la conclusione di Colidio che finisce però sul fondo.

SECONDO TEMPO

La ripresa comincia con una sostituzione nella Juve: Meneghini lascia il posto a Kameraj. La prima occasione del secondo tempo è per l’Inter con Odgaard che sfiora la porta difesa da Loria. Intorno all’ora di gioco sale in cattedra Pjaca che va vicino alla rete per due volte in pochi minuti: prima non c’entra la porta con un piattone a botta sicura, poi si vedete respinta la conclusione dal portiere nerazzurro. Crescono le occasioni per la Juve che al 32° trova la rete del vantaggio: il solito Tripaldelli scappa sulla fascia sinistra e serve un pallone perfetto per Olivieri che colpisce a botta sicura e c’entra il palo, ma è lesto a insaccare sulla ribattuta. I padroni di casa reagiscono e sei minuti più tardi trovano il pareggio con Zaniolo che sfrutta un cross pericoloso e batte Loria. A 5 minuti dal termine del match torna finalmente in campo Simone Muratore dopo l’infortunio al ginocchio rimediato la scorsa stagione. I bianconeri hanno l’occasione per ritornare in vantaggio con Olivieri che però spreca da ottima posizione spedendo alto sopra la traversa. Nel finale c’è tempo anche per l’ingresso di Kulenovic che prende il posto di un buon Pjaca.

Inter-Juventus finisce dunque 1-1: un buon punto per i bianconeri nonostante le occasioni sprecate nel corso del match.

ULTIME NOTIZIE