Pagelle Sampdoria Juve: sconfitta durissima per i bianconeri che si accendono solo alla fine

LE PAGELLE/ Sampdoria-Juve: sconfitta durissima per i bianconeri che si accendono solo alla fine


PAGELLE SAMPDORIA JUVE – Dopo la settimana horror per il calcio italiano, torna il campionato. La Juventus, prima del Barcellona, è chiamata all’esame Sampdoria, a Marassi. Nel primo tempo, qualche occasione per i bianconeri, ma duplice fischio che sancisce lo 0-0. Nel secondo tempo, la partita finisce, incredibilmente, 3-2.

PAGELLE SAMPDORIA JUVE

SZCZESNY 5,5 – Come d’abitudine, ormai, prima delle gare di Champions tocca a lui difendere i pali della porta bianconera. Primo tempo praticamente inoperoso per il polacco, nella ripresa prende tre gol, ma ottimo il salvataggio su Zapata.

LICHTSTEINER 4,5 – Solita corsa e niente altro più. Lo svizzero sembra essere in una buona condizione fisica, ma i suoi limiti tecnici emergono non appena il livello di difficoltà si alza un po’.

RUGANI 4,5 – Male durante quasi tutto l’arco della partita. Tre gol subiti per una difesa di questo calibro sono veramente inconcepibili.

CHIELLINI 5 – Sembra ancora un po’ preso dalle vicende della settimana. Il difensore bianconero appare più volte distratto e la sua mancanza si fa sentire.

ASAMOAH 4,5 – Altra occasione sprecata, altra performance da dimenticare. Ha responsabilità sui gol subiti e la fase in avanti è pessima.

PJANIC 4,5 – Rientra dall’infortunio e non nel modo migliore. Perde alcuni palloni velenosissimi e non riesce a fare da diga tra difesa e attacco.

KHEDIRA 4,5 – Poco presente nella prima frazione di gioco, qualche spunto nel secondo, ma la concretezza manca. Distratto in occasione del 3-0.

CUADRADO 5 – Solita performance altalenante che oggi proprio non aiuta. Il colombiano mette a disposizione la sua solita corsa, ma in partite come questa serve altro. (DOUGLAS COSTA 6 – Ci prova in tutti i modi e si procura un rigore).

BERNARDESCHI 5 – Il pomeriggio è quello sbagliato, ma lui non riesce ad incidere. Ottime alcune giocate, ma il salto di qualità ancora non c’è stato. (DYBALA 6 – Prova a portare la scossa, ci riesce solo in parte realizzando uno splendido gol).

MANDZUKIC 5 – Spento anche lui, come il resto della squadra, soprattutto nel secondo tempo. In sconfitte come queste sono tutti colpevoli.

HIGUAIN 5,5 – Sbaglia, poi si accende, poi ci riprova. Ma non è giornata nemmeno per lui. Eppure sembra essere tornato in forma…

ALLEGRI 5 – Criticare il troppo turnover a posteriori è facile, ma oggi è mancato anche altro. La squadra è  apparsa scarica mentalmente e spesso anche poco cattiva. Urge bagno di umiltà e di motivazioni.