Il settimo scudetto, Govou: "La Juve può fare proprio come il Lione"

Il settimo scudetto, Govou: “La Juve può fare proprio come il Lione”


Lui ci è riuscito, assieme al suo Lione. E a riuscirci potrebbe esserci anche la Juventus. A fare cosa? A vincere sette scudetti consecutivi. Parola di Sidney Govou, attaccante del Miami City classe ’79, che per Tuttosport ha rilasciato alcune dichiarazioni sul possibile record bianconero.

POSSONO FARCELA

“La Juventus può eguagliare il record? Non sarei geloso, anche perché in squadra c’è il mio ex compagno Pjanic. Cambiare tanto è uno dei segreti per costruire lunghi cicli di trionfi. Le novità mantengono intatta la voglia di vincere, la fame. Noi ogni estate salutavamo grandi giocatori e ne accoglievamo altri. I nuovi sceglievano il Lione proprio perché volevano vincere e noi “vecchi” li guidavamo alla vittoria”.

BONUCCI

“La cessione di Bonucci? Mi ricorda quella di Cacapa, capitano e leader dei nostri primi 6 campionati. Sono perdite importanti, ma spesso ti spingono a voler dimostrare che si può vincere anche senza certi campioni”.

L’INVESTITURA

“L’uomo in più del nostro record europeo? Juninho Pernambucano. Nella Juve può esserlo Pjanic. Questa Juventus come il mio Lione? Difficile paragonarli. La Juve ha una storia di successi, mentre il Lione prima del nostro ciclo non aveva mai vinto un campionato”.

NUMERO 7

“Quanto è stato difficile vincere la settima Ligue 1? Siamo partiti malino perché non è facile quando si cambia molto, ma a dir la verità è stato più difficile conquistare la prima. Chi avrei voluto di questa Juve ne mio Lione? Buffon, è una leggenda mondiale. Forse ci avrebbe fatto comodo un difensore alla Chiellini”.