De Sciglio, 5 motivi per dire no

De Sciglio, 5 motivi per dire no


Uno degli acquisti più criticati dell’estate. I tifosi della Juventus si aspettavano qualcosa di diverso, soprattutto dopo la partenza di Dani Alves. E invece è arrivato Mattia De Sciglio. Ha diviso tantissimo la tifoseria, tra quelli – pochi – che hanno creduto in lui e nella voglia di Max Allegri di portarlo a Torino e gli altri – tanti – che lo hanno ritenuto un calciatore non da Juve. Quali sono i motivi che portano alla bocciatura di De Sciglio come calciatore della Juventus? Vediamoli assieme.

I NUMERI

Zero gol e due assist in carriera. Dalla stagione 2011/2012 il ragazzo non ha convinto sotto il profilo realizzativo. Non che questa sia una prerogativa del ruolo del terzino, ma certo che vedere la casella delle marcature realizzate completamente vuota fa specie. Per non parlare delle palle gol fornite ai compagni: solo due. Una vera miseria.

TATTICA

De Sciglio dovrebbe essere il sostituto del partente Dani Alves. Non ci siamo proprio. Lo si è visto in quei minuti finali di Supercoppa, costati un trofeo, quando la scelta della scivolata su Lukaku è apparsa fin dai primi istanti scellerata. A livello di scacchiere l’azzurro è decisamente più difensivo dell’ex brasiliano finito al PSG. Fin troppo. In molte circostanze De Sciglio, soprattutto in fase di ripartenza, pare timoroso. Il compitino lo fa, e bene, ma alla Juve c’è bisogno di osare. Questo è un aspetto su cui Max Allegri dovrà sicuramente lavorare. Perché le fasce bianconere in questi anni sono state sempre “on fire”. C’è bisogno di verve.

GLI SFOTTÓ

Uno degli aspetti meno importanti, ma che più fanno soffrire il tifoso bianconero. Perché dopo aver ceduto Bonucci al Milan per soli 42 milioni, in una sessione dove i prezzi sono saliti vertiginosamente, restituire dopo poche ore quasi un terzo del malloppo ai rossoneri per liberarsi di un oggetto indesiderato fa male. Ok, parliamo di una trattativa unica, dilazionata per i bilanci, ma agli annali resterà soltanto “De Sciglio alla Juve: pagato 12 milioni”.

HOWEDES

Uno dei motivi per cui ci sentiamo di bocciare la scelta dell’ex Milan…è proprio il comportamento stesso della Juventus. La società bianconera, infatti, ha acquistato Benedikt Howedes, profilo d’esperienza che dovrebbe proprio prendere il posto sulla fascia destra. Insomma, vista la presenza di Lichtsteiner, che negli ultimi anni ha sempre contribuito al massimo quando è stato chiamato in causa, l’acquisto di Howedes rappresenta una vera e propria mancanza di fiducia nei confronti di De Sciglio.

SCARAMANZIA

Perché sappiamo che dopo aver scritto questo pezzo Mattia si rivelerà uno dei migliori terzini del campionato. Noi glielo auguriamo. Ma a quel punto queste righe saranno un’arma a doppio taglio. Ahinoi…