King Claudio Ranieri sta con la Juve: "Merito della società. Finale con il Real? La Juve se la gioca"

King Claudio Ranieri sta con la Juve: “Merito della società. Finale con il Real? La Juve se la gioca”


La Juventus è pronta ad entrare nella storia. Dopo aver messo in bacheca il primo titolo ieri sera nella finale di Coppa Italia, ora i bianconeri puntano dritti agli altri due obiettivi, Scudetto e Champions. La stagione dei bianconeri, ovviamente, non stanno passando inosservati. Molte sono le figure del mondo del calcio che sono intervenute per elogiare la stagione della Vecchia Signora. Ultimo ma non ultimo, anche Claudio Ranieri ha parlato alla stampa.

“SOCIETA’ FORTE”

Ranieri ha parlato di campionato e di Juve ai microfoni de Il Mattino, elogiando i bianconeri in tutto e per tutto. “È stato un bel campionato, divertente. Alla fine la classifica sarà lo specchio dei valori in campo. Quindi per capire chi è la più forte bisogna attendere ancora dieci giorni. Juventus? Allegri all’Olimpico ha fatto la cosa giusta: doveva far riposare qualche titolare e salvaguardare l’integrità di qualcuno dei suoi uomini migliori in vista del finale di stagione. Non ci vedo nulla di strano. Piuttosto è stata brava la Roma ad approfittarne. Napoli? Ora farà sei punti. E i giallorossi saranno costretti a fare la stessa cosa, senza falsi passi. Il segreto della Juventus? La differenza la fa sempre la società. E la Juve sotto questo aspetto è la più forte: si sta già organizzando già per il futuro, per certi versi è sempre un passo avanti a tutti gli altri”.

“CHAMPIONS? 50 E 50”

Non c’è solo il campionato per la Juventus. Il prossimo tre giugno i bianconeri saranno protagonisti della finale di Champions di Cardiff contro il Real Madrid. Ranieri è ormai un allenatore di fama internazionale, e sa che queste partite non hanno un favorito. Vincerà chi avrà più fame. “Ha perso due anni fa la Champions, si è rimboccata le maniche, non si è data per vinta e adesso se la gioca di nuovo. Non si sa se vincerà ma è lì a contendere la Coppa al Real. Non è poco”. 

Simone Calabrese

Loading...