Allegri: “Gli episodi ci sono nel bene e nel male. Il campionato non è ancora chiuso”

 

Altra partita, (la trentunesima di fila!) vinta da Allegri allo Juventus Stadium. Stavolta tre punti meno scontati, arrivati grazie al rigore di Dybala all’ultimo minuto. Ecco le dichiarazioni del mister bianconero ai microfoni di Sky Sport.

“Nel secondo tempo abbiamo subito qualche ripartenza in più. La squadra ha fatto una bella partita, abbiamo tirato tante volte, Donnarumma ha fatto tante belle parate. Dobbiamo evitare di concedere le ripartenze. Gli adattati? Dani Alves lì davanti è uno che può venire dentro il campo, Pjaca ha fatto una buona partita, poteva anche trovare il gol, deve stare più sereno quando arriva davanti la porta. Non potevo cambiare modulo a pochi minuti dall’inizio.”

POLEMICHE- “Rigore? Gli arbitri erano piazzati bene, la squadra comunque ha fatto una gran partita. Gli episodi ci sono nel bene e nel male: io a Udine non mi sono messo a recriminare, abbiamo fatto una partita brutta. Il Milan è una grande squadra, noi dobbiamo lavorare nel concedere meno ripartenze. Stasera abbiamo preso gol perché abbiamo letto male una palla, ovvio che se non si è attenti e concentrati si concede qualcosa in più.”

IL TANGO ARGENTINO- “Higuain ha fatto bene nel secondo bene come ad Udine, deve stare sereno: se non segna per due partite non succede niente. Dybala ha imparato a muoversi tra le linee: è importante inserirsi tra i centrocampisti ed Higuain, quando non lo fa Dybala deve farlo l’attaccante di destra o sinistra. Oggi siam riusciti ad arrivare vicino all’area perché abbiamo tanti giocatori tecnici: giochiamo con questo modulo e pian piano stiamo migliorando. Oggi ha partecipato anche Higuain alla manovra. Il campionato? E’ ancora lungo, dobbiamo giocare a Roma e Napoli: la vittoria di oggi conta moltissimo.”

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy