Juve bunker europeo. E in trasferta è sempre festa

Juve bunker europeo. E in trasferta è sempre festa


La vittoria di Oporto avvicina in maniera importante la Juventus ai Quarti di finale di questa edizione della Champions League. I bianconeri, usciti vincitori da uno dei campi più difficili d’Europa (ricordiamo che l’anno scorso il Bayern Monaco perse 3-1), possono ormai ritenersi tra i top team del nostro continente. A dar maggior spinta a questa tesi, inoltre, ci sono i numeri che stanno ottenendo gli uomini di Allegri.

La "BBC" - Barzagli, Bonucci,Chiellini

MIGLIOR DIFESA DELLA CHAMPIONS

Iniziamo da uno dei punti di forza storici della Vecchia Signora, la fase difensiva. I bianconeri sono i migliori dell’intera competizione con i solo due gol subiti in 7 partite: il primo contro il Lione nella sfida dello Stadium del girone di qualificazione (gol di Tolisso), l’altro a Siviglia nella trasferta vincente per 1-3. Un dato importante, che conferma ancora una volta come la mentalità delle squadre italiane è prima di tutto quella di difendere bene, e poi di attaccare. Se poi difendi con giocatori del calibro di Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini e attacchi con Dybala, Higuain, Mandzukic, non puoi che far bene e vincere le partite che contano.

4 SU 4 AWAY

Altro dato che sta stupendo un po’ tutti in Europa è che la Juventus, paradossalmente, in questa Champions sta andando meglio in trasferta piuttosto che in casa. Quattro trasferte hanno fruttato, infatti, altrettante vittorie per la banda di Allegri, mentre in casa i bianconeri hanno ottenuto due pareggi e solo una vittoria (contro la Dinamo Zagabria). Discorso completamente diverso rispetto al campionato, dunque, dove la Juve è a quota 29 vittorie consecutive allo Stadium.

Una Juve bunker e da trasferta: la ricetta ideale per fare una grande Champions.

Simone Calabrese