LE PAGELLE/ Juve-Palermo: il ritorno del Principino, la doppietta dell'ex e il solito Pipita

LE PAGELLE/ Juve-Palermo: il ritorno del Principino, la doppietta dell’ex e il solito Pipita


JUVE-PALERMO – Sfida dai risvolti importanti allo Stadium. I bianconeri affrontano il Palermo a pochi giorni da una delle gare più importanti della stagione. E quale modo migliore per presentarsi in Champions se non con una vittoria in campionato? Nel primo tempo, la Juventus trova subito il gol con Marchisio su ribattuta del portiere. Il raddoppio è un capolavoro dell’ex Paulo Dybala. Nella ripresa, ci pensano il solito Pipita e la doppietta della Joya a chiudere definitivamente i conti.

JUVE-PALERMO, LE PAGELLE

BUFFON 6,5 – Gara tutto sommato tranquilla per il portiere bianconero, con qualche brivido sulla schiena. Bella la parata nel primo tempo su un tiro dei rosanero rasoterra molto insidioso. Nella ripresa, normale amministrazione per Gigi che sul gol della bandiera può fare poco.

DANI ALVES 6 – Ritorna titolare per la prima volta dopo l’infortunio e lo fa con una prova abbastanza positiva. Dani riesce ad essere incisivo nella fase difensiva, con qualche imprecisione da limare, ma con una condizione ritrovata.

BENATIA 6 – Anche lui ritorna dopo la Coppa d’Africa e anche la sua performace è positiva. Il difensore bianconero riesce a tenere a bada gli attacchi abbastanza sterili del Palermo, con precisione e sostanza. Il marocchino è una certezza sulla quale si può contare.

BONUCCI 6 – 300 presenze con la maglia bianconera sono un traguardo che va onorato e Leonardo lo sa bene. Stasera la sua gara è buona, forse macchiata da un po’ di leggerezza in alcune occasioni, soprattutto nel primo tempo.

ASAMOAH 7 – Ha saltato la Coppa d’Africa per ritrovare la condizione migliore a Torino e la scelta si è rivelata quella giusta. Kwadwo, stasera, ha il pieno controllo della fascia, rientrando molto bene in difesa. Nel primo tempo salva letteralmente un gol sui piedi di Balogh.

KHEDIRA 6 – Il nuovo modulo gli concede più spazio e Sami lo sfrutta tutto. In questa partita appare leggermente al di sotto del livello delle ultime uscite (45′ LEMINA 6 – Entra quando la partita è già praticamente finita e svolge il compitino senza lodi).

MARCHISIO 7 – Il Principino torna al gol su azione dopo tantissimo tempo e lo fa in un un momento importante. L’infortunio sembra essere ormai alle spalle e la condizione fisica è quella giusta. Claudio è tornato a sfoggiare eleganza e precisione ( 75′ RINCON s.v).

STURARO 6,5 – Solita gara fisica per Stefano. Il centrocampista bianconero ci mette tutta la potenza e la concretezza che lo caratterizzano. Le sue incursioni in area di rigore donano velocità e idee. L’efficacia è la sua qualità migliore. (70′ CUADRADO 6 – Pochi minuti e Dybala gli regala una palla gol, peccato non averla sfruttata).

DYBALA 8 – La Joya parte subito forte con il palo su punizione dopo qualche minuto. Ma l’appuntamento con il gol è solo rimandato e arriva, puntuale, su specialità della casa: il capolavoro su punizione, poi la doppietta. Paulo è un fuoriclasse e questa è l’ennesima dimostrazione.

PJACA 6,5 – Era uno degli osservati speciali di questa serata. Il giovane attaccante ne esce da vincitore con una prestazione degna di nota. I movimenti sono quellu giusti, le giocate anche. Manca solo il primo gol con la maglia bianconera per completare il battesimo.

HIGUAIN 8 – Altro giro, altro gol, in una delle gare che sembrava vederlo attore non protagonista. Ma Gonzalo non lo sa, lotta, ci crede e segna anche stasera, sfruttando al meglio un assist magico del compagno di reparto. Nel finale, duetta con Dybala ed è pura melodia.

MandzukicALLEGRI 7 – La gara di mercoledì con il Porto impone il turnover. Il Mister, però, opta per una rotazione mirata, cambiando tutti gli esterni di campo. Il risultato, alla fine, non cambia: tre punti e vittoria. Aspettando la Champions…