Verso Juve-Pescara: sì a Higuain, ma c'è qualche dubbio tra difesa e centrocampo

Verso Juve-Pescara: sì a Higuain, ma c’è qualche dubbio tra difesa e centrocampo


Verso Juve-Pescara: aggiornamento

La conferenza stampa di Massimiliano Allegri prima di Juve-Pescara ha dato nuove indicazioni. L’allenatore ha confermato l’assenza di Dani Alves, in permesso, ma ha anche svelato parte della formazione.

Sami Khedira, nonostante le indiscrezioni, partirà titolare. Per gli altri due posti, invece, sono in vantaggio Hernanes e Sturaro. Ma c’è anche la possibilità che giochi Asamoah, di ritorno dall’infortunio. Potrebbe riposare Miralem Pjanic, che ha giocato tanto ultimamente.

Mehdi Benatia, tornato con un problema al ginocchio, dovrà essere valutato, così come Giorgio Chiellini. Uno di loro due dovrebbe affiancare Daniele Rugani e Leonardo Bonucci nella difesa a tre. Sugli esterni, come detto, sicuri sono Stephan Lichtsteiner e Alex Sandro.

In attacco, infine, scelta obbligata: Pjaca e Dybala devono ancora recuperare. Ci saranno Mario Mandzukic e Gonzalo Higuain, con l’incognita Kean a partita in corso.

La probabile formazione di Juve-Pescara

All. Allegri (3-5-2): Buffon; Rugani, Bonucci, Benatia; Lichtsteiner, Khedira, Hernanes, Sturaro, Alex Sandro; Higuain, Mandzukic.

Le ultime verso Juve-Pescara

Massimiliano Allegri sfida il suo Pescara. Da quegli anni con Galeone è oggi, ha fatto davvero tanta strada. Domani, però, non esisterà passato: solo la vittoria. Perché la Juventus deve continuare a vincere, come detto anche da Bonucci, in un periodo non esaltante.

Il pericolo sosta

La sosta può essere insidiosa: i viaggi transoceanici e non possono creare problemi ai calciatori. E la Juventus ha talmente tanti nazionali da non poter sottovalutare la variabile. Gonzalo Higuain e Juan Cuadrado sono tornati ieri, insieme a Patrice Evra, Mario Lemina e Mario Mandzukic.

dani-alves

Dani Alves, invece, non ha ancora ripreso gli allenamenti. Il brasiliano tornerà ad allenarsi domani, quindi riposerà contro il Pescara. Tornerà in Champions, mentre in campionato giocherà l’escluso Lichtsteiner.

Il dubbio in difesa

Giorgio Chiellini e Claudio Marchisio hanno mostrato progressi, ma difficilmente saranno rischiati dal primo minuto. I due vengono da un periodo di infortuni e, quindi, Allegri cercherà di cautelarsi.

Proprio per la contemporanea assenza di Barzagli e Chiellini, però, potremmo vedere Rugani in campo dal primo minuto in una difesa a quattro con Bonucci. I due esterni saranno Stephan Lichtsteiner e Alex Sandro.

Scelte quasi obbligate

A centrocampo, invece, Hernanes dovrebbe partire da regista. Miralem Pjanic è sicuro del suo posto, mentre Stefano Sturaro è in vantaggio su Mario Lemina. Sami Khedira partirà, molto probabilmente, dalla panchina, ma potrebbe entrare a partita in corso. La formazione iniziale potrebbe essere un anomalo 4-4-2 che diventerà il solito 3-5-2 con Cuadrado e Alex Sandro sulle fasce e Lichtsteiner centrale insieme a Rugani e Bonucci.

kean-juventus-debutto giovani

In attacco, infine, occhio a una sorpresa: Moise Kean, infatti, potrebbe esordire in prima squadra. Difficilmente, però, lo farà dal primo minuto; possibile che entri nel secondo tempo. Mario Mandzukic e Gonzalo Higuain saranno i titolari, ma all’argentino potrebbe essere concesso di riposare verso la fine.

Leggi anche: Chi è Moise Kean, il bambino prodigio della Juventus

 

ULTIME NOTIZIE