De Laurentiis: "Higuain avrebbe guadagnato di più a Napoli"

De Laurentiis: “Higuain avrebbe guadagnato di più a Napoli”


Era facilmente prevedibile, visto il “tradimento” e le esorbitanti cifre in questione, l’infinita telenovela dell’estate sul passaggio di Higuain alla Juventus non conosce fine. Si arricchisce anzi di una nuova pagina. Infatti il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è tornato a parlare dell’attaccante argentino e del suo traferimento.

LE DICHIARAZIONI – “Abbiamo ricevuto una richiesta per lui dall’Arsenal, io personalmente ne ho avuta Higuainun’altra dall’Atletico Madrid ma la cifra offerta non era congrua. Non eravamo pronti per cederlo, per me non era in vendita. Un anno prima avevo offerto un contratto quinquennale ad Higuain e al fratello, era una somma superiore a quella che sta guadagnando adesso alla Juventus”. Insomma, il passaggio del Pipita è ancora distante dall’essere digerito. Le parole del numero uno azzurro mostrano che la volontà di Higuain era quella di cambiare aria. Non si spiegherebbe altrimenti il rifiuto alla proposta che De Laurentiis sostiene di aver avanzato, che era addirittura superiore a quella percepita al momento dal giocatore. Dunque l’argentino ha fatto una scelta per motivazioni sportive, più che economiche. Il patron partenopeo dice la sua sul dualismo Milik – Higuain, sul polacco dice: “E’ un giocatore fantastico, oggi Higuain è di un altro pianeta ma probabilmente tra due anni diremo lo stesso di Milik. Ricordo a tutti che tre anni fa quando presi Higuain molti avevano dei dubbi su di lui. Al Real Madrid aveva fatto bene ma non giocava con continuità e anche con l’Argentina aveva sbagliato diverse partite, può succedere a chiunque”

ZAZA – Trapelano anche novità sull’accostamento, proposto nel corso di questa estate, di Simone Zaza al Napoli. De Laurentiis ha detto: “Tante persone vorrebbero venire al Napoli, altre invece no e preferiscono Milano, Roma o Parigi. Ogni calciatore può essere buono ma è diverso da un altro, poi influiscono anche le mogli nella scelta”.