Rakitić, la Juve ci aveva provato sul serio: è arrivato un no

Rakitić, la Juve ci aveva provato sul serio: è arrivato un no


Sì, la Juve ci aveva provato: Ivan Rakitić è stato sondato, sul serio. Se n’era parlato, ma sembrava una delle solite voci estive. Invece, no: i bianconeri – e non solo – hanno pensato seriamente al croato del Barcellona. Si puntava su un suo possibile malcontento: sostituito ben venticinque volte, la scorsa stagione; con un contratto da rinnovare.

rakitic-barça

Richieste importanti

Mundo Deportivo scrive che i bianconeri, il Manchester United e il Chelsea hanno comunicato all’agente del croato, Arturo Canales, il loro interesse. Sin da subito, però, è stata messa in chiaro una cosa: Rakitić vuole rimanere a Barcellona. Ma erano offerte troppo importanti, sia dal punto di vista economico che sportivo, per non prenderle in considerazione.

L’agente ne ha parlato con la società, che intanto stava chiudendo per Denis Suárez e André Gomes. Se fosse arrivato il via libera a trattare, Rakitić avrebbe cercato la soluzione migliore. Al contrario, se il Barcellona avesse voluto tenerlo, l’agente avrebbe chiesto un ritocco all’ingaggio: era una promessa di due anni fa, quando Ivan è arrivato in blaugrana.

L’incontro con la società

Alla fine, così è stato: il Barcellona ha ribadito l’importanza di Rakitić e l’agente ha messo in chiaro la loro volontà. La dirigenza catalana ha subito accolto le richieste, anzi: ha confermato di voler prolungare il contratto di altri cinque anni. Fino al 2021, con il dovuto aumento salariale. Come d’accordo: alla terza stagione si sarebbe parlato di un nuovo contratto, così sarà.

Il quotidiano spagnolo scrive di contatti già avviati tra Canales e la società. L’intenzione è chiara: chiudere in fretta, è la priorità di questa prima parte di stagione. Già da qualche mese, infatti, si sono poste le basi per l’accordo. Si troverà, non ci sono dubbi: poi toccherà a Rakitić, pronto a dire l’ultimo sì.