Ag. Zaza: “Resterebbe volentieri alla Juve. Wolfsburg? Saltata per un motivo…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Simone Zaza ci ha provato. Ha lottato come un leone, molto spesso nel vero senso letterale, vista l’enorme quantità di cartellini accumulata nell’ultima stagione. E ha segnato, tanto da rivelarsi poi l’uomo risolutivo della pratica scudetto, mai così sofferta. Però tutto ciò non è bastato per entrare nella ristretta cerchia dei titolari: quando contava davvero Allegri ha sempre preferito all’ex Sassuolo l’energia e la fame di Mandžukić, un altro instancabile lottatore. Ma Zaza, da buone leone, è pronto a tirare fuori gli artigli per riprendersi la Juve che ieri, nelle fattezze di Marotta, ha lasciato presagire a una separazione con l’attaccante: Simone vive un momento tranquillo a livello professionale  – racconta il padre procuratore, Antonio, ai microfoni di Gazzamercato.it -, vorrei ricordare che ha ancora 4 anni di contratto con la Juventus e resterebbe volentieri a Torino per dare il suo contributo. A brevissimo avremo novità”. 

download (8)E se proprio dovesse essere addio, una delle piste al vaglio è sempre quella che porta all’estero. Queste le parole del procuratore a riguardo: “E’ andato in Germania con il suo amico del cuore per vedere di persona la situazione (Wolfsburg, ndr), ma abbiamo trovato sul tavolo una proposta contrattuale diversa da quella prospettata all’inizio. Era distante dalle nostre aspettative e siamo distanti dalle attese. Difficile che possa riaprirsi a queste condizioni. West Ham? E’ una soluzione che prenderemo in seria considerazione”.

Tra le ipotesi non è nemmeno da escludere quella italiana. Tante sono le società alla ricerca di un attaccante, e Zaza potrebbe essere una soluzione last minute. Come? Magari con la formula di un prestito con obbligo o diritto di riscatto, anche se i bianconeri preferirebbero di gran lunga una cessione definitiva: “Il mercato italiano offre poche opportunità economiche e poi la Juventus non vuole cedere Simone ad una concorrente. Milan, Napoli e Roma – ha concluso – sarebbero delle opzioni, vedremo cosa succederà“.