Embolo vs Lukaku, in gioco c'è la Juve

Embolo vs Lukaku, in gioco c’è la Juve


Il calciomercato è appena iniziato ma la Juve è già a buon punto per quel che riguarda la rosa del prossimo anno. Dopo aver praticamente definito Dani Alves, Pjanić e Berardi, i bianconeri sono ora chiamati a risolvere la grana Morata. La situazione è di quelle spinose, Marotta e Paratici tuttavia sono pronti a trovare un’alternativa adeguata all’attaccante spagnolo e tra i vari nomi usciti nelle ultime settimane, ci sono due giocatori che per età e caratteristiche sarebbero perfetti per la Juve che verrà: Lukaku dell’Everton ed Embolo del Basilea.

LUKAKU - Una pioggia di gol lo sta consacrando, finalmente. E, ora, Mino potrebbe incassare: cinquanta milioni sembra essere la cifra giusta per strapparlo all'Everton. E per Raiola, magari, una bella commissione.

DALLA SVIZZERA CON FURORE – Embolo è un giocatore camerunese naturalizzato svizzero di quasi 20 anni. Nella fin qui fortunata esperienza al Basilea si è contraddistinto per forza e velocità, qualità che hanno suscitato l’interesse di tutti i top team europei, Juve compresa. Puntando sull’attaccante svizzero i bianconeri farebbero un vero e proprio investimento per un giovane dalle grandi prospettive ma ancora piuttosto acerbo. Nonostante la giovane età il costo del suo cartellino è elevatissimo e per questo sarà molto difficile strapparlo alla concorrenza.

DECIDE RAIOLA – Il secondo profilo è quello di Romelu Lukaku, attaccante belga dell’Everton. Il futuro è sicuramente dalla sua parte e quanto fatto negli ultimi anni in Premier League dimostra quanto possa essere determinante. Il ragazzo è gestito da Mino Raiola e questa sembra sembra essere la chiave di volta per la riuscita della trattativa. Il potente agente Italiano che alla Juve gestisce Pogba, è da sempre in grado di decidere le sorti dei suoi assistiti e anche in questo caso sarà determinante. I rapporti per ora sono ottimi, ma la “bottega Raiola” è da sempre molto cara come dimostrato dalla valutazione di oltre 40 milioni di euro, ritenuti tuttavia eccessivi dalla dirigenza juventina. La corsa al possibile sostituto di Morata è ufficilmente iniziata.

 

ULTIME NOTIZIE