Sei qui: Home » News » Juve, la difesa è un bunker: nel mirino un altro record

Juve, la difesa è un bunker: nel mirino un altro record

I sei punti guadagnati sul Napoli sono un buon margine di vantaggio, ma come ha detto Allegri lo scudetto non è stato ancora vinto. Il tecnico livornese invita tutti, dai tifosi ai calciatori, alla prudenza: basta un calo di tensione per rovinare la grande rimonta fatta in questi mesi. Bisogna rimanere lucidi e concentrati fino alla fine perché vincere il quinto scudetto consecutivo sarebbe un’impresa storica.

LA DIFESA E IL RECORD… – Nel corso degli ultimi anni la Juventus ha costruito le proprie vittorie sulla solidità difensiva. Quest’anno il muro bianconero ha subito soltanto 16 gol, migliorando, finora, lo score della stagione 2011-2012 quando incassò 20 reti in 38 partite. barzagli buffon chiellini bonucci Molti protagonisti sono gli stessi: c’erano già Bonucci, Barzagli, Chiellini, Lichtsteiner e Caceres, si sono aggiunti Evra, Alex Sandro e Rugani.  Per superare il suo stesso record, la Vecchia Signora dovrà incassare nelle prossime gare soltanto 3 gol. Non sarà semplice, ma nemmeno impossibile. Basti pensare che in tutto il girone di ritorno (12 gare) la Juventus ha subito soltanto una rete (nel derby) e per di più su rigore. La media reti incassate è passata da 0,79 di inizio stagione a 0,08 di ora.

LEGGI ANCHE:  Juventus Women, Montemurro: "A questi livelli non possiamo sbagliare come oggi!"

Oltre alla conquista del quinto scudetto, la Juventus ha messo nel mirino un altro record.

Orlando Aita (@OrlandoAita)