Marotta: “Allegri? Il contratto è solo una formalità. A Monaco per ribaltare il risultato”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Beppe Marotta ha parlato ai  microfoni di RaiSport prima della semifinale di ritorno tra Inter e Juventus. 

LA GARA – “Non è una partita già vinta, il calcio è fatto di risultati imprevisti, quindi dobbiamo stare molto attenti. Dobbiamo dimenticare la gara d’andata e scendere in campo concentrati come sempre. Serve la determinazione delle ultime gare”

ALLEGRI – “Galeone dice che Allegri è tra i cinque migliori tecnici? Noi ne siamo orgogliosi perchè vuol dire che abbiamo fatto la scelta giusta, quando in molti non erano d’accordo. Questo è motivo  d’orgoglio per noi. E poi  allena una squadra che è tra le migliori. Tra noi non ci sono segreti e nemmeno tra Real e Juventus. Sappiamo di avere a che fare con dei dirigenti del Real molto corretti, per cui se si fossero verificate quelle ipotesi sicuramente lo avremmo saputo. Allegri è un professionista e vogliamo continuare il nostro ciclo con lui. Il contratto è solo una formalità. E poi il Real ha Zidane,  è un buon allenatore e bisogna dargli tempo”. 

IL BAYERN – “La Champions? Andremo a Monaco determinati e sapendo che c’è la possibilità di ribaltare il risultato. Mancano 90  minuti da giocare e ci proveremo a viso aperto”. 

IL CAMPIONATO – “Quest’anno non vedo una lepre che fugge davanti a tutti, ci sono ottime squadre. Napoli, Roma e Fiorentina stanno facendo un grande campionato e i punti a disposizione sono ancora tanti”.