Hitzfeld: “Juve, puoi farcela: in contropiede puoi far male al Bayern. E su Vidal e Coman…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ottmar Hitzfeld uno dei migliori allenatori tedeschi della storia del calcio, è stato intervistato dai colleghi della “Gazzetta dello Sport” sulla partita di stasera tra Juventus e Bayern Monaco.

BIG MATCH ALLO STADIUM ? – “L’obiettivo di Guardiola è sempre quello di fare possesso e mettere pressione agli avversari. Il Bayern vorrà controllare la partita. La Juve però è solida e ben strutturata: pensi ai propri punti di forza senza farsi intimorire. Con gente veloce e tecnica come Dybala sorprenderli in contropiede è possibile”.

GLI EX VIDAL E COMAN – “Kingsley è cresciuto molto. E’ diventato un ottimo affare per il Bayern, anche se all’inizio sembrava potesse non essere così. Vidal in inverno ha avuto qualche infortunio, non è facile ritrovare il ritmo. Però ha portato forza e grinta”.

 DRAXLER-JUVE – “Non si sentiva pronto per la Juve, per questo ha scelto il Wolfsburg. Julian ha giocato 14 anni allo Shalke, era il suo primo trasferimento. Cambiare squadra, campionato, lingua e modo di giocare sarebbe stato troppo”.

FINALE 1997 DORTMUND-JUVE – “La Juve partiva favorita. Per questo fu una vittoria particolare. Pensiamo a Riedle: veniva da una stagione difficile e improssivamente due gol in finale…Ricordo il timore del 2-1 di Del Piero, poi per fortuna misi dentro Ricken e in pochi secondi segnò il 3-1. Se oggi sono l’unico ad aver vinto due Coppe Campioni con due club dello stesso paese il merito è suo. E di Riedle”.