Verso Juve-Napoli - Allegri studia la soluzione ibrida con "l'elastico" Lichtsteiner. Rebus Rugani, c'è Khedira

Verso Juve-Napoli – Allegri studia la soluzione ibrida con “l’elastico” Lichtsteiner. Rebus Rugani, c’è Khedira


ORE 18.10, I CONVOCATI DI ALLEGRI – Sono 22 i convocati da Massimiliano Allegri per Juventus-Napoli, big match della sesta giornata di ritorno, in programma sabato sera allo Stadium. Torna Sami Khedira: il tedesco ha recuperato dall’infortunio. Questo l’elenco diramato dal tecnico al termine dell’allenamento di rifinitura.

ORE 18.00, I CONVOCATI DI SARRI – A parte Grassi, i calciatori del Napoli stanno tutti bene e sono a disposizione di Sarri. La lista completa dei convocati.

ORE 16.30, ALLEGRI PENSA ALLA SOLUZIONE IBRIDA, LICHTSTEINER L’ELASTICO – Allegri pensa al modulo ibrido”,  possibile grazie alla duttilità dei giocatori presenti nella rosa bianconera. Domani sera contro il Napoli, quindi, vedremo ancora una volta uno schieramento fluido, soprattutto se Rugani non dovesse partire titolare. Gli infortuni di Caceres e di Chiellini, pongono Allegri nella situazione di doversi “arrangiare”, proprio nello scontro al vertice contro il Napoli. L’elemento chiave nel trasformismo tattico della Juventus è Lichtsteiner, sia qualora Allegri dovesse confermare il 3-5-2 sia nel caso dovesse optare per il 4-4-2, molto simile al 4-3-3, con Cuadrado alto a destra. Lo svizzero sarà l’elastico che permetterà la variazione di modulo in relazione alle fasi di gioco.

ORE 15.00, LE CONDIZIONI DI KHEDIRA – Sami Khedira corre verso il recupero e quasi certamente sarà convocato per la gara di domani, ma Allegri non vuole rischiarlo. Le ultime sul tedesco.

ORE 12.30, PARLA ALLEGRI  – Massimiliano Allegri ha risposto alle domande dei giornalisti nel corso della classica conferenza stampa di vigilia. Ecco le dichiarazioni integrali del tecnico bianconero.

ORE 9.30, DUBBI DI FORMAZIONE – Il nemico della settimana in casa Juve, a differenza di quello che si potrebbe pensare, non si chiama Napoli: si chiama infortuni. Massimiliano Allegri deve infatti fare i conti con numerose assenze in vista della sfida di sabato contro i partenopei, assenze che lo mettono inevitabilmente in difficoltà per ciò che riguarda le scelte di formazione. I bianconeri dovranno infatti fare a meno di pezzi pregiati come Chiellini, Caceres, Asamoah, Khedira e Mandzukic. Il problema fondamentale è la difesa, perché Allegri si ritrova davvero con gli uomini contati: difficile, tuttavia, che cambi modulo o che improvvisi un Lichtsteiner nella difesa a tre.

Si va dunque verso la conferma del 3-5-2 con Buffon tra i pali e Rugani, Bonucci e Barzagli a comporre la linea difensiva davanti a lui. Sugli esterni sembra favorito Lichtsteiner a destra, mentre a sinistra c’è il ballottaggio Evra-Sandro, con il brasiliano leggermente favorito. Nel trio centrale ci sarà Marchisio in regia con Pogba e Sturaro (salvo un recupero di Khedira) ai suoi fianchi. Gli unici certi al 100% di essere titolari e di giocare in quella posizione sono Morata e Dybala, che formeranno la coppia d’attacco, costringendo Zaza alla panchina. Quasi scontato che l’attaccante numero 7 sarà un jolly che Allegri vorrà giocarsi a partita in corso.

Importanti indicazioni, comunque, arriveranno dalla conferenza stampa di Allegri di oggi (ore 12, in diretta anche sul nostro sito). Questa la probabile formazione:

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Rugani, Bonucci, Barzagli; Lichtsteiner, Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala, Morata.

Alessandro Bazzanella

Loading...