Neto: “Nel mio ruolo c’è un campione che rispetto molto, io lavoro per farmi trovare sempre pronto”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Norberto Neto ha parlato in esclusiva a Goal.com. Il portiere bianconero ha fatto un po’ il punto della situazione dei suoi primi mesi alla Juventus. Solo quattro le sue presenze fino ad ora, ma il suo unico impedimento è il fatto di avere davanti a sè quel campione senza età di Gigi Buffon.

UN TOP CLUB – “Ringrazio Dio per quest’opportunità, ho la fortuna di giocare in uno dei club più forti al mondo. Le società di livello assoluto possono fare affidamento su calciatori significativi e, infatti, la Juventus ha una rosa eccezionale. Nel mio ruolo c’è un campione che rispetto molto, io lavoro per farmi trovare sempre pronto. Se sono pronto? Assolutamente. Ho accettato con entusiasmo la proposta dei bianconeri. Ma il mio minutaggio lo decide l’allenatore; sono sempre a disposizione per giocare”. 

BUFFON, UN CAMPIONE – “Abbiamo un rapporto ottimale. Tutti conosciamo la sua grande professionalità e, potermi allenare con lui quotidianamente, è un aspetto molto stimolante. Inoltre, essendo il nostro un ruolo molto delicato, dobbiamo essere molto più che semplici compagni di squadra”.

L’INIZIO“L’inizio è stato duro, però penso che fosse normale. Dovevamo adattarci subito ma non è sempre semplice inserire immediatamente diverse facce nuove. Appena abbiamo preso consapevolezza nei nostri mezzi, abbiamo iniziato a vedere la strada in discesa; trovando il ritmo giusto e il bel gioco”.

LA NAZIONALE – “Se faccio bene a Torino, inevitabilmente, la convocazione con la Seleção diventa una conseguenza”.