Barzagli e Lichsteiner: quando a crossare bene è la persona sbagliata