La difesa a quattro, le amnesie di Pjanic e la forza di Alex Sandro