Evoluzioni intercambiabili: la qualità e la volatilità del modulo juventino