"Sono un calciatore normale", la disarmante umiltà di Morata