Allegri: “Dobbiamo isolare la squadra”, sapete cos’ha risposto sulla forza dell’Inter?

Alle 21 avrà inizio Juventus-Inter, match valevole per la gara d’andata della semifinale di Coppa Italia. Sarà il rematch della finale della scorsa edizione dove l’Inter è riuscita a vincere per 4 a 2 dopo i tempi supplementari.

Juventus-Inter, i precedenti in stagione

Dopo quell’11 maggio 2022, Juventus e Inter si sono affrontate due volte in campionato. Una il 6 novembre 2022 con i bianconeri vincenti all’Allianz Stadium per 2 a 0 con le reti di Adrien Rabiot e Nicolò Fagioli.

La seconda partita si è giocata invece il 19 marzo 2023 a San Siro con la Juventus vincente per 1 a 0 con gol di Filip Kostic. Le due rivali si sfideranno altre due volte tra la partita di stasera e la gara di ritorno in programma mercoledì 26 aprile alle 21.

Coppa Italia, l’ultima vittoria dell’Inter in casa dei bianconeri

Un dato interessante e che potrebbe far ben sperare i tifosi bianconeri è quello riguardante l’ultima vittoria dell’Inter in casa della Juventus in Coppa Italia. I nerazzurri infatti dal 30 gennaio 2008, quando grazie alle due reti di Mario Balotelli e al gol di Cruz riuscirono a battere la Vecchia Signora per 3 a 2, non riescono a vincere fuori casa contro i bianconeri nella coppa nazionale.

Juventus-Inter, le dichiarazioni nel pre-partita

Massimiliano Allegri ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Mediaset durante il pre-partita:

È questione che giochiamo contro una squadra forte, insieme al Napoli e al Milan. Partita complicata, loro hanno esperienza e tecnica. Bisogna giocare con rispetto, umiltà e bene.

È un altro test importante. Sono partite da dentro e fuori. Questa è una delle prima, ad aprile ne abbiamo quattro. Se riusciremo a riempire maggio significa che saremo in finale.

Mi aspetto tanto da tutti, non importa chi segna. Dusan è molto cresciuto e sono contento di quello che sta facendo.

Bisogna isolare la squadra da ciò che succede fuori. Nelle due competizioni abbiamo la possibilità di arrivare in finale, non è semplice. Bisogna continuare a lavorare per tenere il distacco dalla quinta in campionato.

Gestione cookie