Sei qui: Home » News » Commisso senza freni: critiche sulla Juventus e Vlahovic!

Commisso senza freni: critiche sulla Juventus e Vlahovic!

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, è intervenuto a Sportitalia nel programma serale “Adesso parlo io” che lo ha visto protagonista. L’imprenditore americano ha parlato di vari temi, toccando anche la questione del chiacchieratissimo trasferimento di Vlahovic dalla Viola alla Juventus.

Commisso Juve Fiorentina

In più, Commisso ha voluto criticare la gestione societaria della Juventus.

Ecco le parole di Commisso:

“La Juve negli ultimi 3 anni ha perso 550 milioni. Non sono qui a criticare la Juve perchè hanno già abbastanza problemi. Il valore della Juventus 3 anni fa dopo Ronaldo era 2 miliardi, dopo con l’operazione con Exor è diventato 700 milioni e ora 800 milioni. Vuol dire che hanno perso 1 miliardo e 9: queste cose Rocco non le fa“.

“Che fine hanno fatto i soldi del trasferimento di Vlahovic? Ikone, Cabral, Gollini, Mandragora, Barak, Jovic, Dodò sono tutti giocatori presi con quei soldi“.

“Se sono contento di questa operazione? Quello che è successo è stata una forzatura. Io stavo trattando con lui e con il suo agente, sono venuto qui a Firenze malato, i dottori non mi volevano lasciare venire. Ci siamo incontrati e voleva un altro milione per lui. Poi da 5 sono andati a 8 netti, 16 lordi. Ristic (l’agente ndr) ne voleva 3. I gol non ci sono stati come ci sono stati nella prima parte di stagione, ma siamo arrivati a solo 2 punti in meno rispetto alla prima parte di stagione”.

La Juve può uscire da questa crisi? Sì, vanno dagli azionisti e mettono più capitale come hanno sempre fatto”.

L’operazione di Vlahovic è stato molto più difficoltosa di quella di Chiesa, perché sia io che Pradé pensavamo che lui fosse onesto e voleva fare il contratto: non è stato onesto lui e chi l’ha assistito, perché i negoziati erano già di 8 mesi ed avevamo contrattato per 4 milioni, ma a settembre si è bloccato tutto, si sentiva il re del gol”.