Juventus, cercasi prima punta disperatamente

La Vecchia Signora pronta a investire su un bomber d’area di rigore 

A.A.A. cercasi prima punta disperatamente. Se ancora oggi funzionassero i vecchi annunci rilasciati a mezzo stampa, nei quali più lettere A apparivano sulla pagina cartacea maggiore era la visibilità dell’annuncio stesso, la Juventus certamente ne farebbe buon uso per cercare la soluzione a questo suo problema. Un problema che da un po’ di tempo a questa parte la Vecchia Signora non è in grado di risolvere, perché ingaggiare un attaccante d’area di rigore che operi all’interno dei 16 metri e che sappia come buttarla dentro non è cosa facile. Va bene disporre dei vari Dybala e Morata, che qualche goal lo segnano, ma ai bianconeri manca una boa, una torre da inserire nello scacchiere avanzato che sappia come allargare il gioco e come fare male quando la palla sosta dalle sue parti. Una prima punta con queste caratteristiche permetterebbe a Dybala e Morata di essere ancora più decisivi. Allegri subito dopo essersi insediato sulla panchina bianconera ha colto questo aspetto, e ha fatto alcuni nomi di calciatori con il vizietto della segnatura facile, però rigorosamente nei pressi della porta avversaria. Uno di questi nomi è quello di Edin Džeko; il centravanti della Roma è l’uomo che servirebbe per rafforzare il reparto avanzato. Il mister toscano per l’idea di calcio che ha in mente starebbe proprio cercando un giocatore che gli ricordi Mandžukić, abile dunque nell’occupare stabilmente l’area avversaria e imbattibile nel proteggere il pallone. E chi meglio di Džeko?

Milik ormai è un ricordo lontano, mentre Belotti…

Alla Juventus piacerebbe anche uno come Milik; il polacco per la squadra bianconera sarebbe sicuramente un’altra prima punta su cui scommettere forte. Però c’è un problema: l’ex Napoli fisicamente non è più al top, e dunque faticherebbe a essere il perno della nuova Juventus. Non è un mistero che proprio a causa di problemi fisici Milik non abbia partecipato a Euro 2020. Lungi da noi affermare che il polacco sia ormai un ex giocatore, però…Quel che certo è che la “pista Milik” per la Vecchia Signora è ormai un lontano ricordo. Rimane dunque la “pista Džeko”, e in questi ultimi giorni forse un’altra che avrebbe dell’inaspettato. Come mai? Perché si starebbe parlando di portare alla Juventus un granata della prima ora come Belotti! Fantacalcio o boutade causata dall’arrivo dei primi caldi? Probabilmente nessuna delle due: il ragazzo con il Toro ha sempre dimostrato di essere un giocatore su cui fare affidamento, anche quest’anno che ha segnato 13 goal e confezionato 7 assist. Ok, nulla a che vedere con i 26 goal in 35 partite della mitica (per lui) stagione 2016-2017, che lo consacrò a campione assoluto e che gli permise di arrivare 3° nella classifica cannonieri, ma l’apporto offerto alla squadra granata è stato importante anche in questa stagione. Dunque la Juve farebbe bene a puntare su Belotti, anche se crediamo che mai e poi mai Cairo lo libererebbe così da vestire bianconero. Nel caso ci sbagliassimo, state sicuri che la presenza del Gallo nelle fila della Vecchia Signora darebbe un incredibile slancio alla tifoseria che tornerebbe in massa allo stadio.

Le ipotesi Icardi e Vlahović

Per ora sono solo ipotesi quelle che hanno per protagonisti Icardi e Vlahović. Ipotesi perché nessuno della dirigenza bianconera per loro ha ancora intavolato un discorso serio con PSG e Fiorentina. Certamente questi due giocatori, che hanno caratteristiche tra loro molto diverse, potrebbero sposarsi con le idee di Allegri. A nostro parere l’argentino ex Inter tra i due è quello che potrebbe offrire maggiori garanzie. Scommettiamo che avete dei dubbi in merito perché quest’anno a Parigi non ha certo fatto la differenza? E avete ragione, ma era chiuso dai fenomeni Mbappé, Neymar e Di Maria e poi è stato costretto ai box per un infortunio. Se Icardi tornasse a essere l’Icardi dell’Inter, la Juventus acquistandolo farebbe un affarone! E Vlahović? Vlahović dopo la bellissima stagione con la Viola deve ancora dimostrare il proprio valore. Il ragazzo è molto giovane – 21 anni appena – e approdare già adesso in una big potrebbe essere deleterio. Insomma, non vorremmo che per la Juve fosse un fuoco fatuo. Detto questo, a oggi per i bianconeri sarebbe preferibile orientarsi sull’”usato sicuro” Icardi, che con Allegri tornerebbe a essere come nuovo.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy