GdS – Lippi: “La mia Juve un mosaico perfetto: furono anni di grandi successi”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Marcello Lippi, ex allenatore dell’ultima nazionale che ha vinto il Mondiale del 2006 e ex allenatore della Juve, ha rilasciato una lunga intervista per La Gazzetta dello Sport, nella quale ha parlato anche di allenatori e della sua ex squadra:  “Nella mia Juve avevo tanti leader; quello caratteriale, quello tecnico e quello in grado di dire la parola giusta al momento giusto. Conte e Zidane erano due di questi. Zizou era quello tecnico; gli davano la palla e si smarcavano perché sapevano che poi li avrebbe serviti. Antonio invece era leader caratteriale, un trascinatore sia in allenamento che in gara” ha raccontato. “Quella Juve, con il 4-3-1-2 in cui Conte agiva da mezz’ala e Zidane da ’10’ era un mosaico perfetto“.

Tra pareri personali, curiosità e racconti un aneddoto sull’ex tecnico della Juve, ora in forza all’Inter: “Una volta Conte provò un dribbling ma perse il pallone, poi recuperato da Zidane fermando il contropiede avversario. Antonio si avvicinò dicendomi che quello fosse il suo compito. Erano anni successi, ma anche di tensione“. Lippi poi, ha svelato come stemperava la tensione. “Li rilassavo riunendoli in una stanza; facevo raccontare una barzelletta a Conte. Ridevano tutti perché la raccontava malissimo“.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook