Sconcerti sul CorSera: “Campionato falsato, pazienza. Le parole di Zhang vanno verso l’anarchia”

Sconcerti sul CorSera: “Campionato falsato, pazienza. Le parole di Zhang vanno verso l’anarchia”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Mario Sconcerti ha commentato le parole di Zhang e il momento che sta attualmente vivendo il calcio italiano sul Corriere della Sera, analizzando come dal suo punto di vista non ci sia nulla da fare per assicurare un campionato non “falsato”.

CAMPIONATO FALSATO, PAZIENZA

“Come previsto, tutti i dibattiti sul calendario del calcio sono risultati inutili. Ha deciso lo Stato. Era giusto dare un senso alle date, ma ricordandosi sempre che si discuteva di qualcosa che non dipende da noi, dipende dalla malattia. Il campionato è falsato, nel senso esatto della parola: non sarà più quello che doveva essere. Pazienza. Nessuno può recriminare qualcosa, si chiude per malattia, per farci un favore reciproco. Non per avere un calcio di rigore in più”.

ZHANG CORRE VERSO L’ANARCHIA

“Spero se ne renda conto anche il presidente interista Zhang che ha dato ormai inutilmente del «grande oscuro pagliaccio» al presidente della Lega. È un’offesa non accettabile per stile e sostanza, ma soprattutto per principio. Dal Pino è un manager, è stato eletto dalle società, rappresenta anche l’Inter e anche dall’Inter è pagato. Se il presidente non lo vuole, operi come può nelle sedi legittime. Ne ha facoltà e forza. Offendere in modo così pubblico quello che è anche un tuo dipendente, vuol dire correre verso l’anarchia. Una regola è indispensabile per lavorare insieme. E davanti alla gente anche un’educazione comune. Se si gioca a mostrare la forza si apre la porta a una tempesta finale. I presidenti sono elefanti miliardari che camminano in stanze di cristallo, non vedono l’ora di misurarsi. Zhang vuol dare il via a questo?”.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy