Handanovič e i demeriti bianconeri: "Hanno pareggiato con un tiro in porta"

Handanovič e i demeriti bianconeri: “Hanno pareggiato con un tiro in porta”


L’1 a 1 sta stretto. Alla Juventus? Non solo. Samir Handanovič, infatti, non ha preso benissimo il risultato di ieri sera, commentando: “Hanno pareggiato con un tiro in porta”.

IL COMMENTO

“Nei primi 45′ abbiamo consumato molte energie – analizza il portiere dell’Inter – abbiamo creato tante occasioni ma non siamo riusciti a segnare il secondo gol. Il problema è sicuramente quello: loro, con un tiro in porta, hanno pareggiato. Alla fine hanno avuto anche un’altra occasione in cui è stato bravo D’Ambrosio ad annullare il pericolo. Credo che abbiamo fatto un’ottima partita e sicuramente meritavamo di più”.

I DATI

Non esattamente un tiro in porta, come supposto da Handanovič, ma i dati gli danno parzialmente ragione: sono 15 tiri dell’Inter di cui 6 nello specchio contro i 10 della Juventus di cui solo 3 diretti in porta. Anche il possesso palla è favorevole ai nerazzurri, con il 54,7% contro il 45,3% degli uomini di Allegri. Il numero dei calci d’angolo, poi, è impietoso: 10 a 4 per i padroni di casa. Numeri che fanno riflettere sulle difficoltà di gioco dei bianconeri e che, anche fuori dal campo, si fanno sentire con discussioni che definire accese sarebbe un eufemismo.

ALLEGRI VS ADANI

Lo dimostra la lite furiosa tra il tecnico livornese e l’opinionista di Sky Sport, Lele Adani. Il punto focale della discussione è la difficoltà nel giocare della Juventus, che sembra scendere in campo senza un’idea precisa di gioco. Allegri è da tempo che si scaglia contro i troppi tatticismi e i “teorici” del mondo del calcio, ma la difficoltà dei suoi uomini nella costruzione di azioni offensive è un dato di fatto. Se le vittorie parlano per il Mister juventino, anche i dati non sono da meno. E quella di ieri sera è stata solo l’ennesima delle prestazioni rivedibili della Juventus, salvate, come al solito, da Cristiano Ronaldo. Ci si trova, dunque, davanti a due fronti divisi: chi si schiera con Allegri e chi contro. Ma, a decidere con chi si scriverà il futuro, sarà solo la Vecchia Signora.

*Dati partita reperiti dal Corriere dello Sport.

ULTIME NOTIZIE