La moviola di Marelli: il derby delle polemiche

La moviola di Marelli: il derby delle polemiche


Il noto arbitro Luca Marelli ha pubblicato la moviola riguardante le prime due partite di serie A di questa giornata, giocate ieri. In particolare sul derby delle polemiche tra Torino e Juventus, con Mazzarri furioso a fine partita per i due rigori non concessi ai granata. Vediamo nel dettaglio la spiegazione di Marelli.

Minuto 53, primo episodio: contatto in area tra Belotti e Matuidi. “Belotti salta altissimo, Matuidi allarga leggermente il braccio destro ma il contatto appare lievissimo. Decisione corretta“. Molto più complicata, invece, la seconda, al minuto 54 per un contatto tra Zaza e Sandro: “La trattenuta di Sandro non è momentanea ma inizia col pallone in possesso di Zaza e si conclude solo nel momento in cui l’attaccante del Torino cade a terra. Si obietterà: anche Zaza trattiene la maglia di Sandro. Vero ma c’è un elemento fondamentale: il pallone è nel pieno possesso di Zaza e lo stesso attaccante non esaspera la trattenuta. non impedendo l’azione dell’avversario. Questo è calcio di rigore ma solo da moviola nella vigenza del protocollo attuale. E’ infatti un’azione irregolare nel pieno controllo dell’arbitro che non può essere richiamato alla review, perchè si basa sulla valutazione soggettiva dell’entità della trattenuta“.

Infine al minuto 70 l’episodio che ha deciso il match: il rigore di Ichazo su Mandzukic. “Guida è lontano ma riesce a valutare perfettamente l’azione, grazie alla conoscenza del gioco. Bravo perchè in queste circostanze la dinamica è quasi sempre irregolare. Rigore giusto“.