Caso Ronaldo-Mayorga: perse le prove del presunto stupro

Caso Ronaldo-Mayorga: perse le prove del presunto stupro


Mentre Ronaldo era impegnato a trascinare la Juventus in Friuli contro l’Udinese, è arrivata una buona notizia, come riportato dall’ANSA, per il portoghese: secondo quanto riporta Der Spiegel il legale di Kathryn Mayorga, Stovall, ha dichiarato che le prove d’accusa nei confronti di CR7 sono andate perse. Le dichiarazioni, in primis, fatte dalla ragazza nel 2009 alla polizia statunitense, per poi passare agli abiti indossati la sera del presunto stupro.

Inoltre, dopo l’appoggio totale della Yamamay incassato nella mattinata di ieri, Ronaldo è di nuovo frontman di EA, nella sezione di presentazione dei giochi. Dopo i problemi della passata settimana, il portoghese sembra poter tornare a sorridere. In campo e fuori.