Togli la casacca Moise, tocca a te

Togli la casacca Moise, tocca a te


Molto probabilmente è questa la frase che sogna di sentire questa sera il giovane Moise Kean. Corteggiato nel corso della sessione di mercato estiva dal Marsiglia, il millennial ha preferito restare in bianconero e giocarsi le sue carte nelle (probabilmente) poche occasioni che gli verranno concesse durante la stagione. Per l’azzurrino, che con tanta umiltà ha lasciato vacante la numero 9, potrebbe essere finalmente arrivato il momento di dimostrare quanto possa essere utile a mister Allegri. Potenziale titolare già nella gara con il Bologna, ha dato forfait poche ore prima del match a causa di un problema fisico, esprimendo poi il suo malcontento sui social, dando la colpa alla sfortuna.

Nella gara odierna, nella quale i bianconeri dovranno affrontare la compagine svizzera dello Young Boys, Moise Kean potrebbe approfittare di diversi dati a suo favore: con CR7 squalificato e Douglas Costa infortunato, Allegri sarebbe costretto a schierare, già dal primo minuto, tutti gli uomini offensivi disponibili in rosa. L’unica punta di ruolo sarà Mario Mandzukic, il quale potrebbe accusare un po’ di stanchezza accumulata visti e considerati gli 84 minuti da protagonista contro il Napoli. Inoltre, la sfida, sebbene non è da sottovalutare, dovrebbe essere decisamente alla portata dei bianconeri. Tanti fattori che portano ad un probabile, o quantomeno possibile, esordio stagionale per Moise Kean.

Il ragazzo è reduce da un ottimo europeo under 19 nel quale, a suon di goal, ha trascinato la propria nazionale nella fase calda della competizione. Nella stagione 2017/2018 ha vestito la maglia dell’Hellas Verona collezionando 19 presenze (12 delle quali da titolare) e realizzando 4 goal, non abbastanza per regalare la salvezza ai gialloblù veneti.
Il primo ed unico goal in bianconero è datato 27 Maggio 2017, contro il Bologna all’ultima giornata di quella stagione, quando la sua marcatura al 94′ fu sinonimo di vittoria in extremis per una Juventus già campione d’Italia. Con quel goal, il millennial diventò (anche se solo per poche ore) il più giovane marcatore della massima serie italiana.

Alessandro Zanzico