SJovani - La top 11 del week-end del settore giovanile della Juventus

SJovani – La top 11 del week-end del settore giovanile della Juventus


Come di consueto l’approfondimento sul settore giovanile della Juventus parte dal resoconto sui risultati delle Under bianconere.
Altra sconfitta per la Primavera di Dal Canto superata a Vinovo dall’Inter (0-1); straripante vittoria casalinga dell’Under 17 di Pedone contro la Pro Vercelli (8-2); l’Under 16 di Barone pareggia il derby contro il Torino (1-1); stracittadina vinta invece dall’Under 15 di Bovo (1-3).
Stagione regolare finita per tutte le categorie eccezion fatta per la Primavera. Tutte le Under si qualificano alla fase successiva: primo posto nel girone per Under 16 e 15, secondo per l’Under 17.
Questa la top 11 di giornata.

PORTIERE

Giulio Girelli (2002) – Positiva la prova del portiere dell’Under 16 che sfrutta l’occasione concessagli da mister Barone in quest’ultima partita del girone A.

DIFESA

Gabriele Mulazzi (2003) – Solita spinta costante sulla fascia, anche nel derby vinto è tra i migliori in campo. Una bella scoperta in questa stagione regolare. 

Nicolò Giorcelli (2003) – Controlla alla grande un cliente scomodo come l’attaccante granata. Sempre sul pezzo e mai fuori giri. 

Andrea Pittavino (2002) – Prestazione degna di nota da parte dell’esterno sinistro bianconero. Si lancia con frequenza nella metà campo avversaria con buoni risultati.

CENTROCAMPO

Davide Di Francesco (2001) – Un gol e un assist nella vittoria casalinga permettono al laterale arrivato alla Juve nel mercato di gennaio di chiudere nel migliore dei modi il girone A Under 17.

Nikola Sekulov (2002) – Sblocca immediatamente il derby di Torino con un inserimento puntuale e preciso in area di rigore. Poi con maestria mette ordine al centrocampo senza mai esagerare.  

Luciano Pisapia (2003) – Roccioso, propositivo e attento. Giostra bene il pallone e trova la meritata marcatura nel derby della Mole. 

Nicolò Fagioli (2001) – Ancora una volta splendido il talento dell’Under 17 della Juventus. Sempre nel vivo del gioco e mai banale: a questi livelli fa un altro sport.

ATTACCO

Andrea Bonetti (2003) – Prestazione da incorniciare. Pronti via e porta avanti i suoi infilando il portiere avversario in diagonale; poi nella ripresa imbecca con una giocata illuminante il compagno propiziando il raddoppio bianconero. Super Bonetti. 

Elia Petrelli (2001) – Chiude alla grandissima la regular season: doppietta alla Pro Vercelli e titolo di capocannoniere di categoria in saccoccia. 23 reti totali in 26 presenze, 14 gol nelle ultime 9 partite. Devastante.

Ammar Ramadan (2001) – Il funambolo siriano decide di portarsi a casa il pallone nell’ultima partita del girone. Gli basta un tempo per siglare la tripletta personale e prendersi tutte le scene del caso.

MVP

Tante possibilità di scelta in quest’ultima giornata di stagione regolare. Il premio di migliore ricade su Elia Petrelli: forma stratosferica e titolo di capocannoniere portato a casa.

 

Loading...