Primavera, la Juve si infrange sul muro nerazzurro: a Vinovo passa l'Inter

Primavera, la Juve si infrange sul muro nerazzurro: a Vinovo passa l’Inter


A Vinovo arrivano i campioni d’Italia in carica dell’Inter e la Juventus di Dal Canto ha l’obbligo di provare a fermarli. Dopo la cocente sconfitta della scorsa settimana, la Primavera bianconera cerca di aggrapparsi all’ultimo treno playoff: la condizione necessaria però, è superare i rivali nerazzurri.

LA FORMAZIONE

3-5-2 di partenza per i ragazzi di Dal Canto con la possibilità di variare le posizioni in campo nel corso del match.
Loria in porta, Vogliacco, Capellini e Zanandrea nel terzetto arretrato; centrocampo folto con, da destra verso sinistra, Di Pardo, Muratore, Fernandes, Nicolussi Caviglia e Tripaldelli; in avanti coppia d’attacco formata da Olivieri e Del Sole.

PRIMO TEMPO

Avvio di partita equilibrato con le due squadre ben messe in campo e attente a chiudere ogni varco.
La prima chance è di marca bianconera con l’azione personale di Nicolussi Caviglia che impegna Pissardo. Ancora Juve pericolosa con il colpo di testa di Vogliacco che sfiora di poco il palo: una buona prima metà di tempo quella dei ragazzi di Dal Canto.
Alla mezz’ora è strepitoso Di Pardo quando chiude da ultimo uomo l’azione in solitaria di Gavioli destinata a far male a Loria.
A cinque minuti dal termine nuovamente decisivo l’estremo difensore nerazzurro che neutralizza un fendente dal limite dell’area di Del Sole.
Nel primo dei tre minuti di recupero arriva però la doccia gelata per i padroni di casa: Schirò serve il taglio di Colidio che, glaciale, incrocia il mancino e porta avanti i nerazzurri.

SECONDO TEMPO

La ripresa continua sullo stesso leitmotiv della prima frazione: in maniera un po’ confusionaria, ma è la Juve che fa la partita; l’Inter si difende con ordine per poi ripartire in contropiede.
A cavallo del quarto d’ora del secondo tempo è strepitoso Pissardo su Del Sole e Zanandrea a salvare i suoi con due super parate salva risultato.
Dal Canto tenta il tutto per tutto inserendo due funamboli come Morachioli e Montaperto al posto di Nicolussi Caviglia e Zanandrea.
Proprio il neoentrato Montaperto si mette in proprio e, dopo un paio di dribbling, conclude verso la porta: ancora una volta però Pissardo sventa il pericolo.
Gli sforzi finali non bastano alla Juve che sbatte contro una magnifica prestazione del portiere dell’Inter.

Arriva la seconda sconfitta consecutiva per i bianconeri che non riescono più a vincere dopo il trionfo nel derby della Mole dello scorso febbraio.

Loading...