Infortunio Bernardeschi, brutti segnali da Vinovo: le ultime

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

INFORTUNIO BERNARDESCHI/  “Da prossima settimana saranno tutti, eccetto Cuadrado, a disposizione”. Si tocchi chi può, perché quella di Allegri nella conferenza pre derby è una gufata bella e buona. Eh già, perché dai prossimi giorni Matuidi ed Howedes rientreranno a pieno regime a disposizione del mister. Due recuperi, però, macchiati da altrettanti nuovi infortuni rimediati nel match contro il Toro. E se le condizioni di Higuain non preoccupano più del dovuto, lo stesso non potremmo dire di Bernardeschi.

INFORTUNIO BERNARDESCHI, ARRIVANO SEGNALI PREOCCUPANTI

La caviglia sinistra di Higuain, che lo ha costretto ad uscire nei primi minuti del derby della Mole, è ancora gonfia e provoca fastidio al Pipita. L’allarme è, però, rientrato quasi definitivamente: gli esami di mercoledì chiariranno se l’attaccante bianconero potrà tornare o meno al centro dell’attacco già da domenica pomeriggio contro l’Atalanta. Se così non dovesse essere, ci sarà nel match di ritorno di semifinale di Coppa Italia sempre contro la Dea. Insomma, si temeva il peggio ma adesso possiamo dirlo con certezza: Higuain ci sarà nel match di ritorno contro il Tottenham.

Chi, probabilmente, salterà il big match di Wembley sarà purtroppo Federico Bernardeschi. Il ginocchio dell’ex Fiorentina è ancora molto gonfio e per questo si pensa possa essere più che una semplice distorsione. Anche per lui sono previsti esami strumentali nei prossimi giorni ma, al momento, i segnali non sono affatto positivi anche se dai primi controlli sono state escluse lesioni ai legamenti. Al momento si pensa che il numero 33 della Juventus possa stare fuori almeno un mese.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook