Il CT dell'Argentina Bauza: "Higuain finirà per essere il goleador della squadra"

Il CT dell’Argentina Bauza: “Higuain finirà per essere il goleador della squadra”


Edgardo Bauza è stato designato come successore del Tata Martino sulla panchina dell’Argentina nel mese di agosto. Nelle prime due partite da ct ha fatto capire quanto punti su Dybala. Gonzalo Higuain invece è rimasto a Vinovo per recuperare la migliore condizione, ma risulta nella lista dei convocati per le gare del 6 e dell’11 ottobre contro Perù e Paraguay per le Qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018.

Bauza ha parlato a La Gazzetta dello Sport in vista dell’attesissimo derby d’Italia tra Inter e Juventus: ” Se vedrò la gara? Chiaro. Abbiamo compilato una lista di 60 giocatori che seguiamo partita per partita e a San Siro ce ne sono quattro. Ovviamente per noi la gara non riveste la stessa rilevanza che ha per voi ma è una gran bella sfida che osserveremo con uno sguardo interessato al­la prestazione degli argentini. Questo è un Clasico del calcio mondiale e il giudizio del singolo viene con­dizionato dalla sfida. Mi sarebbe piaciuto venire a San Siro, ma devo andare in Perù. Verrò in Europa a metà ottobre. Juve favorita? In Europa League l’Inter non ha giocato con la squadra mi­gliore. E in partite tanto importanti come quella di oggi, con tanta storia, ogni squadra dà il meglio di sé. La forma del momento viene in qualche modo neutralizzata dalla grandezza della gara, le distanze si ridu­cono per fattori emotivi e am­bientali. Poi è chiaro che la Juve nonostante i diversi cambi fatti quest’estate ha maggiori possibilità d’imporsi. Dalla cin­tola in su ha uomini in grado di rompere l’equilibrio della gara e dietro è molto solida“.

Qualche commento anche riguardo alla coppia HD della Juventus. Su Higuain: “Anche se non è ancora nella forma strepitosa a cui è arrivato lo scorso anno, si sta impo­nendo ugualmente e può esse­re decisivo. Darà tanto alla Ju­ve. Ora è in un processo di adattamento a un nuovo club, a nuovi compagni. Sono sicuro che darà grandi frutti alla Ju­ventus. L’ac­coppiata con Dybala ha tutte le possibilità di essere molto buona. Credo che Higuain finirà per essere il goleador della squadra e potrà essere decisivo anche in Europa, le condizioni per farlo le ha. Per me, e parlo co­me ct, Higuain è un grande attaccante nel quale ripongo grande fidu­cia. Nelle partite di settembre mi ha chiesto di non essere chiamato perché voleva recu­perare la forma migliore e ho rispettato la sua volontà. Ora torna con noi per giocare con­tro Perù e Paraguay“. Su Dybala: “E’ un giocatore differente, superiore alla media. Rapidissimo negli ultimi 20 metri del campo e con grandi capacità di far gol. Negli ultimi due anni è miglio­rato in maniera costante. Mi sorprende come riesca ad im­porsi nonostante un fisico non bestiale. Si poteva pensare che un tipo che pesa poco più di 60 chili avrebbe avuto difficoltà a giocare in Italia, invece no. Al contrario: trova sempre la gio­cata, il modo per rompere l’equilibrio. Il suo 2016 è stato sinceramente eccezionale. E’ un giovane che può miglio­rare ancora molto, nonostante sia già alla Juve, in nazionale e consacrato a livello internazio­nale. E questa è la sua grande forza, il fatto che possa cresce­re ancora nonostante il gran li­vello già raggiunto. Troverà spazio con l’Argentina? Chiaro, nessun dubbio“.