Verso Lazio-Juve, parla Inzaghi: “Servirà qualcosa di eccezionale, Anderson può essere titolare”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Tutto pronto per il banco di prova. Anzi, no: Inzaghi ci ripensa. “Sono tutti banchi di prova, il primo è stato superato su un campo difficile, la squadra è stata bravissima. Ora abbiamo la Juve, sappiamo che dobbiamo fare la partita perfetta e sperare che non siano nella loro massima giornata. Accade raramente. Vedremo di fare il nostro meglio”. Parole e musica direttamente da Formello, dove l’ex bomber biancoceleste ha presentato la sfida con i campioni d’Italia.

“Abbiamo provato qualche alternativa, al di là dei moduli dobbiamo dare la giusta interpretazione e i singoli devono fare una partita straordinaria – ha proseguito Simone Inzaghi – Abbiamo provato il 3-4-3 e il 4-3-3 a cui difficilmente ho rinunciato. Vedremo l’allenamento di oggi e quella di domani mattina. Dovremo cercare di metterla sulla corsa e sull’intensità contro giocatori formidabili. Dovremo fare qualcosa di eccezionale”. Eccezionale come Felipe Anderson, rientrato alla base dopo l’oro con il Brasile: “L’ho trovato molto bene, c’è anche la possibilità che parta dall’inizio”. Vedremo, intanto Keita non è stato convocato per scelta tecnica, mentre Radu, Bastos, Lulic “hanno lavorato bene”. GruppoAtaLazio

Quanto conta affrontare adesso la Juve? “Non c’è vantaggio – dice Inzaghi -, c’è qualcuno che dice questo, ma sono gli stessi uomini. Io avrei preferito affrontare un’altra squadra. Poi comunque bisogna affrontare tutte, va bene così”.