Giampaolo: "Con la Juve non è una gara impossibile. Peserà l'assenza di Bonucci"

Giampaolo: “Con la Juve non è una gara impossibile. Peserà l’assenza di Bonucci”


Domani sera allo Stadium, la Juventus ospita l’Empoli che non vince da 11 giornate. La formazione di Giampaolo, infatti, è reduce da 6 pareggi e 5 sconfitte. Ben diverso il ruolino di marcia dei bianconeri che nelle ultime 20 partite hanno ottenuto 19 successi.

Il tecnico dei toscani, in conferenza stampa, ha così presentato la sfida contro la Juventus: Non è una gara impossibile, non c’è niente di impossibile. La palla rotola e può succedere di tutto. Non dobbiamo aspettarci nulla ma dobbiamo fare solamente affidamento a noi stessi”.

“Abbiamo bisogno di far punti”, ha proseguito Giampaolo. “La partita con la Juve non deve essere una scusa. Non vogliamo chiudere in affanno: dobbiamo ritrovare fiducia nei propri mezzi, bel calcio e risultati. Con la sosta abbiamo ricaricato le energie, anche se abbiamo dovuto fare i conti con qualche indisponibilità di troppo. Ma ci siamo abituati”Riccardo Saponara

E su Tonelli e Saponara: “Si sono allenati bene in questi ultimi due giorni, li ho visti meglio ma sono ancora indeciso per domani. Sarà una partita abbastanza fisica con una Juventus molto forte su questo aspetto. Vorrà chiuderci con la sua forza e la sua grandezza. Dovremo essere bravi ad andare oltre questi presupposti. Ci sono delle differenze, ma non dobbiamo recitare la parte della vittima sacrificale. Dovremo essere presuntuosi per fare un’impresa. La squadra l’ho vista molto meglio, si è allenata bene. Mi dà fastidio solo la discontinuità con qualche elemento importante della rosa“.

Chiude con una battuta sulle assenze della Juve: “Riescono a sopperire a questo tipo di problemi senza grossi affanni, è una macchina di guerra. Forse quella di Bonucci può essere più pesante ma le assenze pesano più che altro nelle piccole squadre, quindi dico che per loro, visto che non affrontano il Barcellona, cambiano poco. Hanno grande forza, basta vedere i numeri”.

Michele Ranieri

Loading...