Juventus-Milan 0-3, le pagelle| Tracollo bianconero, la Champions è un miraggio

Pagelle sito_Tavola disegno 1
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Juventus perde 3-0 allo Stadium contro il Milan e, forse, dice addio definitivamente alla qualificazione in Champions League. I bianconeri disputano una prestazione incolore: nessuno merita la sufficienza.

I voti

Szczesny 5,5 – Si riscatta con il rigore parato sull’1-0 che dà l’illusione di un possibile pareggio, ma il mancato piazzamento sulla prima rete indirizza la partita a favore del Milan. Troppi errori in questo finale per il polacco.

Cuadrado 5 – Manca la solita grinta e la precisione, ma probabilmente, dopo una stagione da grande protagonista, gli si può perdonare una serata di appannamento.

De Ligt 5,5 – Tre gol subiti sono tanti e non possono permettere di avere una sufficienza, ma l’olandese è uno dei pochi che ci mette grinta e tiene alta la difesa. Non ha particolari colpe sui gol: oggi i suoi compagni di squadra non c’erano.

Chiellini 5 – Il capitano di mille battaglie sembra aver finito la benzina: spesso in ritardo, perde molti scontri ed è anche posizionato male. Il rigore causato è sicuramente un evento sfortunato, ma manifesta tutte le difficoltà del capitano della Juventus e della Nazionale di avere quella continuità di rendimento che lo aveva reso uno dei migliori in Europa fino a qualche anno fa.

Alex Sandro 5,5 – Il brasiliano è uno dei pochi a correre su e giù per il campo, ma purtroppo non lo fa con una qualità tale da mettere in difficoltà i difensori del Milan. Almeno, però, la voglia c’è.

Mckennie 5 – Da qualche mese non vediamo più in campo il texano di inizio stagione. Corre in maniera disordinata, sbaglia molti passaggi, è poco presente in area. Forse sarebbe più a suo agio in mezzo al campo che sull’out di destra.

Rabiot 5 – Qualche galoppata c’è, ma è troppo poco, soprattutto considerando che, appena il Milan alza il ritmo, il centrocampo bianconero inizia a boccheggiare e fa poco filtro. La mediana a due non tiene, lo si vedeva già da qualche mese, ma questa è la partita che conferma l’impossibilità di continuare in questo modo.

Bentancur 4 – Una prova estremamente negativa per l’uruguaiano, che sbaglia continuamente passaggi, talvolta anche gravi, e non riesce mai a trovare una connotazione in campo. Sostituito da Pirlo per sfinimento, è sicuramente uno dei peggiori in campo. (dal 67′ Kulusevski 5 – Entra per dare quel quid in più ma tocca pochissimi palloni.)

Chiesa 5,5 – Uscirà dal campo sfinito dopo una prova con alti e bassi: è l’unico che dà qualche accelerata in avanti, ma probabilmente lo stop di 3 settimane non lo fa essere al 100%, non permettendogli di essere esplosivo come suo solito.

Morata 4,5 – Tocca pochissimi palloni e perde qualsiasi scontro fisico con Kjaer o Tomori. Neanche in ripartenza, quelle poche volte che viene lanciato, riesce a far male. Anonimo.

Ronaldo 4 – Una delle prestazioni più brutte da quando è in maglia bianconera: quelle pochissime volte che ha la palla si incaponisce e prova a tirare in mezzo a diversi avversari. A dare fastidio, in questi casi, è l’atteggiamento: dovrebbe essere il trascinatore della squadra.

Pirlo 4 – È probabilmente la fine del suo progetto tecnico. Una squadra che si gioca la vita e l’anima non può permettersi di entrare in campo molle e senza la grinta di chi dovrebbe mangiarsi il campo per ottenere l’obiettivo minimo, quel quarto posto che ora sembra una chimera. La squadra non lo fa, lui tarda i cambi e tiene inspiegabilmente Dybala in panchina fino al 2-0 di Rebic. Acerbo per una panchina così importante.