Juventus-Spezia 3-0, le pagelle | Morata e Bernardeschi cambiano la partita, chiude i conti il solito Ronaldo

Pagelle sito_Tavola disegno 1
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Juventus conquista la vittoria contro lo Spezia allo Stadium. Un 3-0 arrivato grazie alla grande prestazione nella ripresa e ai cambi azzeccati di Pirlo. Con l’inserimento di Morata e Bernardeschi, i bianconeri hanno cambiato faccia e vinto la partita in 10 minuti. Timbra il cartellino anche il solito Cristiano Ronaldo nel finale.

I VOTI

Szczęsny 6.5 – Il portiere della Juventus, non compie grandi parate, ma nel finale è bravo a parare il calcio di rigore a Galabinov.

Danilo 6.5 – Il terzino brasiliano, tornato dalla squalifica, torna a macinare kilometri sulla fascia e a chiudere bene le azioni avversarie

Demiral 6 – Il turco è l’unico centrale supersiste di questa squadra, già orfana di Bonucci, Chiellini e De Ligt. Partita ordinata e pulita, sporcata però, solo parzialmente, dal fallo in area di rigore nel finale.

Alex Sandro 6.5 – Ruolo ‘inedito’ per il brasiliano, schierato centrale a causa dell’emrgenza nel reparto arretrato. Solita buoba prova del difensore.

Frabotta 5.5 – Una partita difficile per lui, che non entra mai in partita e viene sostituito dopo un quarto d’ora nella ripresa. (Dal 60′ Bernardeschi 7 – Una partita praticamente perfetta per lui, capace di spaccare la difesa avversaria e fare due assist decisivi a Morata e Chiesa.)

Chiesa 7 – Un’altra partita ottima per il’ex numero 10 viola. L’esterno non lascia fiato alla difesa avversaria: fa paura in fase offensiva e mette il timbro sul raddoppio bianconero. Un leone. (Dal 71′ Ramsey 5,5 – Entra in una partita già indirizzata e non ci sono azioni degne di nota)

Bentancur 5.5 – Il centrocampista non gioca un’ottima partita, qualche sbavatura in mezzo al campo che può costare molto. Il centrocampista sembra in difficoltà in queste ultime uscite.

Rabiot 6 – Il francese si vede sopratutto nella ripresa: inserimenti, corsa e recuper del pallone nei contrasti. Margini di crescita.

McKennie 5.5 – Una prestazione quasi sufficiente per il texano, che può sicuramente fare molto di più. Una partita questa, buona per recuperare la condizione fisica ottimale. (Dal 60′ Morata 7 – Il numero 9 cambia subito la partita. Entra e va in gol, dà profondità e cattiveria alla manovra offensiva)

Kulusevski 6 – Lo svedese, schierato in attacco, è autore di una buona partita. In fase offensiva può sicuramente migliorare, ma fa vedere sprazzi di bel gioco. (Dal 88′ Di Pardo sv)

Ronaldo 7 – Il portoghese è una sentenza. Dopo le occasioni fallite di poco, il numero 7 non molla e nel finale firma il match con un gran gol.

Pirlo 7 – La Juventus doveva vincere e ha vinto: una buona partita per i bianconeri, decisa anche dal tecnico bravo a capire il momento giusto per i cambi e decidere così il match.