Platini, caso corruzione: arriva la smentita dei legali

Platini, caso corruzione: arriva la smentita dei legali


La notizia di giornata è quella che vede protagonista Michel Platini, ex presidente dell’UEFA. Questa mattina, infatti, l’ex asso della Nazionale Francese è stato interrogato presso il commissariato di Nanterre, vicino Parigi. L’accusa è gravissima: corruzione. Subito, si è diffusa la notizia circa l’arresto di Platini. Non si è fatta attendere la smentita del suo entourage, il quale, con un comunicato rilasciato ai media francesi, ha ribadito la totale estraneità ai fatti del proprio assistito: “Michel Platini non è stato trattenuto in arresto. Si è recato al commissariato in qualità di testimone sul presunto caso di corruzione per l’assegnazione dei Mondiali in Qatar nel 2022. In un’inchiesta ci sono procedure da rispettare: gli inquirenti hanno voluto il regime di custodia cautelare per evitare che gli interrogati possano accordarsi fuori dalla procedura, ma non si tratta di arresto. Michel non ha nulla da rimproverarsi”.

Marco Galletta

ULTIME NOTIZIE