Una Juve da 10 e lode, a Manchester un atto di forza

Una Juve da 10 e lode, a Manchester un atto di forza


Un atto di forza. Una prova di coraggio. Come una sorta di esame di maturità, passato a pieni voti. L’Old Trafford è un teatro, che ha ospitato i più grandi talenti del calcio Mondiale. Ieri la Juventus è diventata ‘grande’, anche in Europa. Una partita non all’italiana quella della squadra di Allegri, a tratti sfrontata e senza paura. Vero che, con un Cristiano Ronaldo in più, oltre al talento indiscutibile, i bianconeri hanno acquistato un uomo di esperienza. Il portoghese ha vinto e tanto in Europa. Ecco perché può accompagnare la Juventus verso il traguardo più ambito: la Coppa dalle Grandi Orecchie.

JUVE FORMATO CHAMPIONS

Nella notte di Manchester, tutti aspettavano CR7. Il portoghese, che ha vissuto le sue migliori stagioni ai Red Devils, e spesso è andato vicino al gol. Ma ecco che spunta un protagonista a sorpresa: Paulo Dybala. L’argentino, in silenzio e con umiltà, si è calato nei panni del protagonista segnando il gol che ha deciso il match. Una notte da 10 e lode per lui e per la Juventus: Prima squadra italiana a vincere due volte all’Old Trafford in Europa.

A centrocampo Bentancur è sempre più una certezza. In un altro grande stadio, a lui le gambe non sono tremate. Una maturità la sua, che va di pari passo con quella dei bianconeri. Con Matuidi e Pjanic al suo fianco, il talento dell’Uruguay può rappresentare il futuro dei bianconeri.

La difesa è stata impenetrabile, tanto da ricevere i complimenti da Josè Mourinho: “Sono fantastici, potrebbero tenere un corso universitario ad Harvard per come difendono, sono due difensori fantastici, davvero”. Dopo qualche incertezza nel match di campionato contro il Genoa, la retroguardia non ha sbagliato il match point in Champions. I due centrali sono davvero una sicurezza per l’intera squadra.

Il pareggio in campionato ha fatto bene alla squadra di Allegri. Perchè in casa Juve, un pareggio, è come una sconfitta. Nella serata inglese, la squadra è cresciuta, maturata e viaggia a testa alta sia in Italia, che in Europa. Una Juventus da 10 e lode.

Andrea Bargione