Alla scoperta di Cristiana Girelli: il nuovo numero 10 delle Women?

Alla scoperta di Cristiana Girelli: il nuovo numero 10 delle Women?


Chi segue il campionato femminile, o più banalmente guarda la Nazionale, ha già visto all’opera (e da un bel po’ di tempo) Cristiana Girelli, classe 1990, una vita a segnare reti. Andiamo a vedere più nel dettaglio chi è.

CENTROCAMPISTA O ATTACCANTE?

Girelli negli ultimi tempi si è mostrata un’ottima centrocampista, capace di unire qualità e soprattutto tanta quantità in mezzo al campo, giocando da centrale sia in un centrocampo a quattro che a cinque. Quasi strano pensare a lei così indietro, lei che ha sempre giocato in avanti: una seconda punta capace di svariare all’esterno ma che all’occorrenza può anche ricoprire il ruolo di prima punta, anche se con caratteristiche diverse. Non proprio un falso nueve, ma neppure un Trezeguet tanto per capirci; più che altro una punta che, affiancata ad un vero e proprio bomber, riesce ad esaltare al meglio le sue prestazioni. Una numero 10? Tra l’altro, numero rimasto vuoto la scorsa stagione…

GIUSTO UN PAIO DI RETI

Ad ogni modo la rete per lei non è mai stata un problema: 210 reti segnate finora tra Serie A, Champions League e Nazionale. E tutta la voglia di ritrovarsi a 28 anni ancora protagonista e affamata di vittorie: 6 campionati, 5 Coppe Italia e 7 Supercoppe Italiane conquistate con le maglie di Bardolino e Brescia. La scorsa stagione è stata grande protagonista dello scontro al vertice tra Brescia e Juventus, arrivando però a perdere la storica finale con le bianconere a Novara e, solo sei giorni dopo, la finale di Coppa Italia contro la Fiorentina. La stagione però, si è conclusa con la storica qualificazione ai mondiali delle azzurre; una partecipazione che mancava dal ’99, da vent’anni. Un mondiale che giocherà come punto fermo nella Nazionale.

UNA “VECCHIA CONOSCENZA”

Nella Juventus ritrova tante compagne di Nazionale e del Brescia, come Bonansea, Rosucci, Gama: ciò significa che l’inserimento in squadra per lei non sarà un problema. La Juve forma così un blocco grande ed importante per le azzurre che voleranno in Francia nei prossimi mondiali. Chissà che tutta questa solidità ed esperienza internazionale non possa tornare comoda anche in Champions League, dove la Juventus partecipa per la prima volta.

MERCATO APERTO

Al momento gli unici arrivi sono quelli di Eniola Aluko e Cristiana Girelli: a fronte degli addii di Zelem, Rood e Isaksen, unito a quello probabile di Sodini, la Juventus Women al momento conta una rosa di 19 giocatrici, escludendo le ragazze della Primavera. Se si pensa anche all’infortunio che terrà ferma per un po’ Sofia Cantore, il mercato della Juventus non può considerarsi chiuso. Il tempo però, è a favore della dirigenza bianconera.