Infortunio Chiellini: il comunicato della Juventus

chiellini juventus gialla maglia spazioj 2018
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

AGGIORNAMENTO ORE 13.30: IL COMUNICATO DELLA JUVENTUS

Arriva il comunicato della Juventus circa le condizioni di Giorgio Chiellini: “Giorgio Chiellini, dopo aver svolto gli accertamenti clinici e diagnostici, ha lasciato il ritiro della Nazionale a causa risentimento muscolare ai flessori della coscia destra accusato in occasione della gara SPAL-Juventus di sabato scorso.  Il difensore bianconero rientra quindi a Torino, dove sarà valutato tra oggi e domani”.

AGGIORNAMENTO ORE 11.50: CHIELLINI LASCIA IL RITIRO AZZURRO

Dopo aver svolto gli accertamenti clinici e diagnostici, Giorgio Chiellini ha lasciato il ritiro della Nazionale. Il numero 3 bianconero non ha recuperato dall’infortunio rimediato in occasione della gara contro la SPAL, dunque rientrerà a Torino per proseguire le cure, seguito dallo staff della Juventus.

INFORTUNIO CHIELLINI: LE IPOTESI SUL RECUPERO

Infortunio Chiellini: cosa rischia il difensore – In casa Juventus, dopo l’amaro pareggio di Ferrara, tengono banco le condizioni di Giorgio Chiellini, uscito anzitempo dal campo per un dolore al flessore della coscia destra. Oggi il difensore sarà a Coverciano per farsi visitare e valutare l’entità dell’infortunio: difficile che resti per rendersi utile alla causa azzurra, a meno che Di Biagio non voglia tenerlo per fare gruppo.

CHIELLINI, LA SOSTA TI È AMICA?

La sosta potrebbe essere preziosa per la Juventus, oltre che per ritrovare energie, anche per cercare di recuperare Chiellini per la ripresa in campionato con il Milan (31 marzo), ma soprattutto per l’andata dei quarti di finale di Champions League (3 aprile a Torino).

Ieri, dalle parti di Vinovo, filtrava un cauto ottimismo: rispetto a sabato sera, il difensore stava un po’ meglio. L’ansia di saltare sia il Milan che il Real, però, rimane: se gli esami strumentali evidenziassero una semplice contrattura, allora Chiellini farebbe in tempo a guarire, ma di fronte a qualcosa di più serio lo stop si dilaterebbe, mettendo in dubbio anche la gara d’andata contro il Real.

Ricordiamo che già a dicembre il difensore aveva avuto problemi alla coscia destra, ma ai muscoli adduttori, risolti nell’arco di una decina di giorni: la speranza è quella che pure adesso l’infortunio si possa risolvere in breve tempo.