Dalla Spagna: Juve su Han, ma occhio al regime nord-coreano

Dalla Spagna: Juve su Han, ma occhio al regime nord-coreano


L’attaccante del Cagliari Han Kwang-Song, in prestito al Perugia, è entrato nel mirino della Juventus, come riportato nei giorni scorsi. Il giocatore non ha ancora compiuto vent’anni ed è un profilo interessante, ovviamente in ottica futura, per questo la Juve ha deciso di monitorarlo ed è pronta a fare delle offerte per acquisirne il cartellino.

Il regime non fa sconti

Secondo il quotidiano spagnolo As l’interesse della Juve è forte, ma non sarà così facile come sembra portare a termine la trattativa. Infatti il paese d’origine dell’attaccante è la Corea del Nord, governata dal regime dittatoriale di Kim Jong-un, che finisce quasi tutti i giorni sulle prime pagine dei giornali, vuoi per la minaccia della guerra atomica con gli Usa, vuoi per le questioni legate alle prossime Olimpiadi di Corea.

Fake news o decisione totalitaria?

La Corea avrebbe vietato ad Han di finire in televisione, per regole imposte dal codice del regime. E in secondo luogo sarebbe intenzionata a pretendere una parte dei soldi per l’affare che lo porterebbe alla Juventus, e più in generale ad una qualsiasi altra società interessata al calciatore. Insomma, se l’indiscrezione fosse in qualche modo confermata, ci troveremmo di fronte all’ennesima scena “stravagante” della Corea del Nord e di chi la governa.

Loading...