Barzagli e Chiellini: la Juventus del futuro riparte dai "senatori"

Barzagli e Chiellini: la Juventus del futuro riparte dai “senatori”


Ripartire dal passato per creare basi solide per le vittorie future: è questa la strategia della Juventus. Un metodo, fino a questo momento infallibile, che ha già dato buoni frutti e che i bianconeri vogliono riproporre ancora una volta. Una grande attenzione, dunque, rivolta ai senatori bianconeri: per mantenere e consolidare un’identità vincente. Da trasmettere, magari, anche ai posteri. E anche per non destabilizzare gli equilibri dello spogliatoio bianconero. In cui i veterani giocano, da sempre, un ruolo a dir poco fondamentale.

Insomma, è in quest’ottica che vanno letti i rinnovi contrattuali di due elementi imprescindibili della Vecchia Signora: Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini. Due dei più grandi difensori, a livello internazionale, dell’ultimo decennio. Vere e proprie colonne portanti della strepitosa Juventus degli ultimi anni. “Saggi” cui affidarsi nei momenti di difficoltà. Leader quando c’è da combattere e soffrire.

CHIELLINI E BARZAGLI: SENATORI A VITA

In un calcio, quello odierno, improntato sui ritmi frenetici della società moderna, dove tutto si trasforma e si evolve alla velocità della luce, dove “vecchio” è sinonimo di superato e antiquato, la Juventus si mostra in netta controtendenza rispetto a molti altri club. Sempre un passo avanti, anche se con un occhio al passato. I bianconeri fanno della riflessione e dell’equilibrio un’arma importante. E della tradizione un vero e proprio diktat. La Juve riesce a mutare in continuazione, ma senza mai perdere lo stile e il carattere che la contraddistingue. Alla base di tutto c’è il DNA bianconero. Ed è compito dei senatori, dello zoccolo duro, quello di trasmetterlo ai nuovi arrivati e ai più giovani. Di impartire, insomma, tutti gli insegnamenti necessari per essere all’altezza di indossare la maglia della Vecchia Signora.

I rinnovi imminenti di Barzagli e Chiellini sono emblematici di questo “metodo” attuato dalla Juventus. Non spaventano, dunque, i quasi 70 anni in due. Anzi, rappresentano un valore aggiunto. Fatto di esperienza, consapevolezza e maturità. E di valori di altissimo rango. I “senatori” fungono da esempio e chioccia anche e soprattutto per i più giovani. Sono dispensatori di qualità essenziali come carisma e professionalità. Basti pensare a “gioiellini” come Rugani e Caldara (dal prossimo giugno in bianconero), o ai vari Bentancur, Bernardeschi, Pjaca e Dybala. Da indirizzare, ovviamente, sulla giusta strada: quella che porta ad una carriera da campioni. 

Rinnovo fino al 2019 per Barzagli, fino al 2020, invece, per Chiellini. Con l’obiettivo di continuare a scrivere pagine di storia importanti della società bianconera. E di trasmettere, poi, un parimonio prezioso e inestimabile ai posteri: “lo stile Juve”. 

Luca Piedepalumbo

 

Loading...