Auriemma: "Oggettivo o soggettivo? Non so cosa significhi"

Auriemma: “Oggettivo o soggettivo? Non so cosa significhi”


Dopo il commento dell’esperto Graziano Cesari sugli episodi dubbi di Atalanta-Juventus ha alimentato la diatriba anche Raffaele Auriemma. Ecco cosa ne pensa il giornalista di fede napoletana, che critica aspramente le parole dette da Allegri nel post Bergamo.

AURIEMMA SUL VAR

“Sul Var troppe critiche: qualche volta sento dire venga usato troppo, qualche altra troppo poco. Altre volte sento dire che debba essere usato per episodi oggettivi e non soggettivi, a proposito spiegatemi cosa significhi. Non vedo quale sia il problema di giocare tre o quattro ore, mal che vada si ritarda la cena. Fino ad ora la partita che è durata di più è stata Benevento-Bologna con 105 minuti e 19 secondi. Senza il Var la partita dura mediamente 97 minuti. Allora il problema è: lo accettiamo questo strumento? Se ogni volta proviamo a depotenziarlo allora c’è qualcuno che evidentemente non lo vuole accettare.