Lichtsteiner: “Ci rialzeremo e prima o poi vinceremo anche questo titolo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Juventus-Real Madrid è dura da superare. Non solo per i tifosi e per chi la finale l’ha giocata da titolare. Ma anche per chi la serata, terribile, di Cardiff l’ha vissuta dalla panchina. Tanta delusione e amarezza, dunque, anche nelle parole di Stephan Lichtsteiner. Ecco il messaggio, affidato ai social, del difensore bianconero.

“DOBBIAMO CREDERCI ANCORA!..”

Cari Juventini
​Ieri notte guardando la Mole dal balcone di casa mia e osservando la tempesta, mi ​sono ritrovato ​in un momento di tristezza e ho deciso di condividere qualche pensiero con voi. Nonostante i tanti titoli vinti in questi ultimi sei anni, nonostante i tanti bellissimi ed unici momenti che abbiamo vissuto insieme … c’è comunque qualcosa che manca, e so bene di non essere l’unico a pensarla cosi. In 3 anni abbiamo raggiunto 2 finali di Champions arrivando ad un passo dal realizzare il nostro sogno.​..
Vicinissimi al traguardo… noi Juventini oramai è da più di vent’anni che vogliamo portarci a casa questa benedetta Coppa.

Io personalmente me la sogno da 33 anni. Di aver perso di nuovo in finale… fa veramente male… anzi malissimo.
E un momento molto difficile da affrontare. Nonostante abbiamo scritto un pezzo di storia unica vincendo sei scudetti consecutivi,
sono molto giù di morale! Una frustrazione immensa.
Però, cari Juventini … anche in questo momento, ciò che ci rende forti è di ​non mollare mai!
Ci rialzeremo e prima o poi vinceremo anche questo titolo!
Dobbiamo continuare a crederci!​ ​Fino Alla Fine!

I​n questo momento difficile voglio rivolgere anche un pensiero​ a​lle vittim​e, le loro famiglie e ai feriti del sabato notte!
Un abbraccio, Steph

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook