Boban: "Sabato tiferò per il calcio italiano. Finché Inter e Milan non torneranno ad alti livelli..."

Boban: “Sabato tiferò per il calcio italiano. Finché Inter e Milan non torneranno ad alti livelli…”


Zvonimir Boban, ex  campione del Milan, ha commentato così la partita di Cardiff tra Juventus e Real Madrid. Con la maglia rossonera il trequartista croato ha vinto una Champions nel 1994. Ecco le sue parole alla Gazzetta dello Sport.

BOBAN SULLA FINALE DI CARDIFF

“Il Real è una squadra molto tecnica, la Juve invece più voglia ed è più tattica: è protetta dal suo gioco, dalla struttura solidissima. Sabato tiferò per il calcio italiano. Il Real è sempre stato più offensivo e la Juve più attenta: differenze minime che possono essere ribaltate. Allegri o Zidane? Allegri ha fatto un lavoro metodico di assoluto livello, ballando tra i moduli e giocando con l’eclettismo dei suoi. Ha creato una squadra tra le migliori del mondo. Quello che mi piace vedere, anche quando cambia, è che la struttura c’è sempre. Riesce ad avere una lettura del gioco che altri non hanno. Non era semplice dare continuità e migliorare i risultati di Conte. Zidane è più difficile da decifrare, non ho visto tanto tatticamente: ma forse qua sta la sua maestria. Ha capito che non bisogna “rompere” troppo, avendo giocatori straordinari. Conosco bene Mandzukic, in fascia è utilissimo, ha tanta forza fisica. Da giovane giocava sulla destra.

LA CHIAVE DELLA PARTITA

(L-R) Juventus’ goalkeeper from Italy Gianluigi Buffon, Juventus’ defender from Italy Leonardo Bonucci, Juventus’ defender from Italy Giorgio Chiellini and Juventus’ defender from Italy Andrea Barzagli celebrate after winning a UEFA Champions League group stage football match between Manchester City and Juventus at the Etihad stadium in Manchester, north-west England on September 15, 2015. AFP PHOTO / PAUL ELLIS (Photo credit should read PAUL ELLIS/AFP/Getty Images)

Ce ne sono diverse, ma tatticamente potrebbe essere Marcelo: nel bene e nel male. Davanti è fantastico ma dietro è fragile. Al Real non bisogna lasciare spazio, è molto meglio quando riparte, però se attacca e arrivano cross in area Ronaldo guadagna sempre quel mezzo metro. Ormai è un attaccante a tutti gli effetti. Dybala e Higuain? Dybala è bellissimo da vedere, deve ancora sviluppare tutto il suo talento: sarà sicuramente un fuoriclasse. Higuain è sottovalutato, anche per colpa sua: aveva limiti caratteriali, adesso è pronto per vincere la Champions. Importantissimo sarà Buffon: dà una dimensione ai compagni. Cosa manca al calcio italiano? Finché non saranno al vertice anche Milan e Inter non potrà migliorare. La Juve resta un modello calcistico mondiale: il lavoro di Agnelli è stato straordinario“.