ReLIVE Allegri: "Benatia domani gioca. Impossibile avere Khedira per la Coppa Italia"

ReLIVE Allegri: “Benatia domani gioca. Buffon meriterebbe il Pallone d’oro a prescindere dalla Champions”


11.45: a breve (ore 12), presso il Media Center di Vinovo, Massimiliano Allegri incontrerà i giornalisti per parlare della sfida di domani sera contro la Roma. Segui la conferenza – come sempre – in diretta su SpazioJ!

12.02: Allegri è arrivato in sala, pronto a rispondere alle domande dei giornalisti.

ATMOSFERA SCUDETTO E CARENZE A CENTROCAMPO

Carenze non ne abbiamo, perché abbiamo Rincon, Lemina e Sturaro. Speriamo di recuperare Claudio per la partita di mercoledì, però facciamo un passo alla volta. Vanno fatti i complimenti alla squadra per aver raggiunto la finale di Champions, ma non abbiamo fatto ancora nulla. Domani abbiamo la prima occasione di vincere lo scudetto senza dipendere dagli altri: sarà una bella partita e ci saranno difficoltà. Se saremo stati bravi avremo chiuso il campionato, altrimenti penseremo prima alla Coppa Italia e poi alla partita successiva. Adesso serve fare un passo alla volta, vivere al momento, che è un momento che non capita tutti gli anni. Bisogna fare i complimenti anche a Roma e Napoli, perché il campionato italiano è difficile, in cui le partite vanno vinte battagliando. Le due squadre hanno fatto cose straordinarie per i punti conquistati.

COS’HANNO IN PIÙ GLI ALLENATORI ITALIANI?

Innanzitutto vanno fatti i complimenti a Conte per ciò che ha fatto: non era vincere al primo colpo in un campionato straniero. Tanti allenatori italiani hanno vinto all’estero, Ancelotti è il re. La scuola italiana è un’ottima scuola e vi è una buona tradizione; molti club stranieri vengono a comprare calciatori dalla Serie A perché qua migliorano molto. Gli allenatori italiani sono più meticolosi nella tattica: è la cultura del calcio italiano.

EFFETTO BRACCINO O FRENESIA?

Domani verranno quelli abili e arruolati, perché bisogna comunque fare risultato a Roma. Rimarremo a Roma per la Coppa Italia. I due pareggi consecutivi non sono questione di braccino corto, ma son momenti che in una stagione capitano. L’importante è arrivare all’obiettivo, non importa se 5 giornate prima o 2 giornate prima.

RISCATTO BENATIA

Domani gioca e sono contento perché quest’anno ha avuto problemi muscolari, ma è un giocatore straordinario. A livello di difensori credo la Juve sia tra le più forti d’Europa.

GESTIONE VERSO IL REAL MADRID

L’esperienza è diversa rispetto a due anni fa, perché quest’anno c’era più attesa. Fino alla finale abbiamo partite importanti da giocare: 3-4 giorni prima penseremo al Real, l’importante è arrivarci con serenità e consapevolezza di poter vincere.

TURNOVER

La parola non mi piace (ride, ndr). In questi tre mesi ho cambiato da un minimo di 5 ad un massimo di 8 calciatori. Tra domani e mercoledì non potrò cambiare tanti giocatori, soprattutto a centrocampo. Davanti ne ho 4 più Kean, vediamo se ne lascerò fuori uno o meno.

BUFFON PALLONE D’ORO

Credo lo meriti a prescindere dall’eventuale conquista della Champions e l’avrebbe meritato anche in altri anni, come nell’anno del mondiale.

SU TOTTI

Hanno parlato tutti tranne lui: si parla del nulla. Quando deciderà cosa fare, si potrà fare un commento che sarà senz’altro positivo: ha illuminato per vent’anni il calcio italiano nel mondo.

A LETTO PRESTO?

In albergo rientreremo tardi per forza, poi mangeremo qualcosa e andremo a letto.

SCUDETTO DAVANTI AI TIFOSI DELLA ROMA

Non darebbe soddisfazioni in più. Roma-Juventus è sempre una partita straordinaria, sia per valori tecnici che sportivi, soprattutto in un momento in cui entrambe le squadre hanno da raggiungere i propri obiettivi. Se non vinciamo domani potremo comunque vincere lo scudetto contro Crotone o Bologna, ma poi basta (ride, ndr).

CONDIZIONI KHEDIRA

Praticamente impossibile sia disponibile per la Coppa Italia, vediamo se sarà disponibile per il Bologna per prepararlo per la Champions League.

 

ULTIME NOTIZIE